Programmi e iniziative FSE Operatori
logo Unione Europea
 Ti trovi in: Home » Iniziative » Progetti Chiusi » Programma ACT » Programma ACT
 
PROGRAMMI E INIZIATIVE FSE
Programma ACT

Azioni di sostegno per l’attuazione sul territorio delle politiche del lavoro


Il programma ACT, promosso da Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali D.G. per le Politiche Attive, i Servizi per il lavoro e la Formazione e realizzato da Italia Lavoro (ora Anpal Servizi S.p.A.), ha come principale obiettivo la piena attuazione di quanto il Jobs Act prevede in merito alla riorganizzazione della Rete Nazionale dei servizi per le politiche del lavoro e alla qualificazione delle misure di politica attiva del lavoro.

 

Obiettivo dell’iniziativa

La nuova programmazione dei fondi strutturali, e in particolare del FSE, mette al centro delle iniziative le persone e le imprese e ogni sforzo dovrà essere organizzato e realizzato al fine di incidere sui percorsi di occupabilità e di occupazione dei diversi target migliorando e aumentando il tasso di incontro tra la domanda e l’offerta di lavoro.

 

Il Jobs Act ridisegna la Rete Nazionale dei Servizi per le Politiche del lavoro e dà impulso all’erogazione di servizi e misure di politiche attive verso le persone che si attivano nella ricerca del lavoro, perché stanno muovendo i primi passi nel mercato del lavoro o hanno perso il lavoro.

 

L’iniziativa mira ad aumentare la quota di popolazione attiva occupata facilitando l’accesso delle persone e dei datori di lavoro a servizi e politiche attive. Ciò attraverso il supporto ai decisori e ai principali attori del mercato del lavoro nel percorso di raggiungimento degli obiettivi del PON SPAO (Programma operativo nazionale sistemi di politiche attive per  l’occupazione, Fondo Sociale Europeo) a valere sulla programmazione 2014-2020 e l’assistenza nella messa a regime del  processo di riforma del Mercato del Lavoro, declinato nel Jobs Act, nei decreti attuativi, in raccordo con il Comitato Politiche Attive istituito tra Ministero e Regioni e in coerenza con il Piano di rafforzamento dei servizi e delle politiche attive del lavoro.


Ai fini dell’avvio della riforma del Jobs Act, il Progetto intende, valorizzando le competenze cumulate nel tempo, supportare il Ministero, nella determinazione degli standard, delle modalità operative e dei processi propedeutici di sua competenza, e la nascente Anpal verso la sua piena operatività rispetto ai compiti istituzionali definiti dal D.Lgs.150/15, per quanto riguarda il coordinamento della Rete e la programmazione di interventi di politica attiva del lavoro.

 

In questa ottica, di particolare rilevanza dovrà essere, all’interno del programma, l’azione verso gli attori del mercato del lavoro per rendere operative le strategie istituzionali e le programmazioni sui temi del mercato del lavoro e i servizi per l’occupazione verso i cittadini e le imprese.

 

Linee d’intervento

Il programma ACT si sviluppa attraverso alcune linee di intervento:

  • predisposizione di strumenti, metodologie e informazioni sui servizi e politiche per l’occupazione rivolte a cittadini e imprese e interventi a favore dei decisori e degli attori del mercato del lavoro, anche attraverso azioni di Empowerment (Campus Spao);
  • supporto ai decisori e attori nazionali e regionali impegnati nella programmazione e gestione dei servizi e delle politiche attraverso il confronto europeo e internazionale, attingendo alle migliori prassi sviluppate all’estero;
  • supporto ai decisori nazionali e regionali nella programmazione delle politiche e dei servizi per l’occupazione, con particolare riferimento a integrazione PON-POR, attuazione di politiche per target e per settori produttivi, integrazione tra politiche del lavoro e politiche di prossimità, adeguamento delle regole sui sistemi territoriali dei servizi per le politiche attive del lavoro, coinvolgimento degli attori del mercato del lavoro nell’erogazione di misure di politica attiva del lavoro, anche sviluppando azioni multiregionali;
  • supporto al Ministero e Anpal nell’implementazione della Riforma del mercato del lavoro come definito dal Jobs Act e dal D.Lgs.150/2015, con particolare riguardo al funzionamento di quanto previsto dagli artt. 12, 18 in tema di accreditamento, standard, costi standard (a partire dall’assegno di ricollocazione).