Operatori
logo Unione Europea
logo Agenzia Nazionale Politiche Attive Lavoro
 Ti trovi in: Home » Iniziative » Progetti Chiusi » Mobilità internazionale del Lavoro 2014-2016 » Mobilita internazionale del Lavoro
 
PROGETTI DI ANPAL SERVIZI
Mobilità internazionale del Lavoro 2014-2016 -  

PROGRAMMA

LA MOBILITÀ INTERNAZIONALE DEL LAVORO





AMBITO ATTIVITÀ

Il Programma La Mobilità internazionale del lavoro prevede azioni di sviluppo e sostegno alla rete internazionale di servizi per il lavoro e la migrazione, finalizzata alla promozione di canali di ingresso qualificati, percorsi di mobilità circolare e interventi di rientro e co-sviluppo. Promuove pertanto il ruolo attivo degli intermediari pubblico/privati e degli attori della domanda di lavoro in Italia e all’estero nella gestione dei flussi migratori per lavoro.

 


BREVE STORIA DEL PROGETTO 

Con Decreto Direttoriale n.246/2005 del 5/08/2005 e successiva Convenzione Istituzionale del 18/01/2006, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha affidato a Italia Lavoro un’azione di sistema denominata La Mobilità internazionale del lavoro volta a sviluppare interventi qualificati di assistenza tecnica allo stesso Ministero e alle Regioni, in cooperazione con le istituzioni dei Paesi d’origine, per la realizzazione di servizi relativi alla gestione dei flussi migratori per lavoro. 


Il core del progetto consisteva nello sviluppo delle condizioni istituzionali, organizzative, strumentali, funzionali alla programmazione e gestione di percorsi di mobilità dei lavoratori dai Paesi d’origine verso l’Italia, sulla base di una analisi che evidenziava in loco carenze del sistema delle politiche e dei servizi. 


L’evoluzione del Programma è stata caratterizzata dalla dimensione internazionale ed influenzata dalle politiche economiche nazionali e dalle emergenze sociali e migratorie che nell’ultimo decennio si sono intensificate, in particolare nel bacino del Mediterraneo. La complessità del contesto politico-istituzionale contingente ha determinato la necessità di diverse rimodulazioni del Programma (2007-2009-2010-2012-2014) 



CONTESTO ATTUALE 

Nell’attuale contesto politico-istituzionale, Italia Lavoro ha proposto alla Direzione Generale dell’Immigrazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali una proroga temporale delle attività di progetto, in conseguenza dei risultati conseguiti con le azioni realizzate nel corso dell’anno 2015. 


Il Progetto prevede un’articolazione delle attività in due linee di intervento:

  • Linea 1 - Supporto ai negoziati con i Paesi terzi e all’attuazione dei programmi per la qualificazione dei flussi e la mobilità internazionale;

  • Linea 2 - Sviluppo delle reti transnazionali per l'attuazione di percorsi di mobilità circolare e di qualificazione professionale. 


La linea 1 mira a sostenere il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali nel sistema delle relazioni internazionali con i Paesi terzi per gestire processi bilaterali di programmazione e gestione qualificata degli ingressi per lavoro. A tale scopo la linea si impegna a sostenere la Direzione Generale Immigrazione nella sottoscrizione di accordi e intese operative anche attraverso il rafforzamento della rete delle comunità straniere in Italia. 


A tal proposito, nell’ambito di questa linea, il Progetto elabora i Rapporti sulle principali Comunità Straniere presenti in Italia, fornendo alle istituzioni, al mondo accademico e alla cittadinanza tutta, un’informazione, corretta ed aggiornata sul fenomeno migratorio. La pubblicazione dell’ultima edizione dei rapporti, prende in considerazione le 15 comunità straniere più numerose sul territorio italiano, fornendo un’analisi approfondita delle specificità e delle significative differenze di cui sono portatrici.  


Nel corso del 2015, sempre nell’ambito della linea 1, Italia Lavoro ha realizzato, d’intesa con la Direzione Generale Immigrazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, il convegno presso l’EXPO Milano 2015, dal titolo “Ricette italiane di integrazione”, nell’ambito del quale è stata presentata la ricerca affidata al Censis, denominata Abitudini alimentari e avventure imprenditoriali di italiani e migranti e dedicata al cibo come veicolo di integrazione, crescita economica, occupazione e co-sviluppo. 


Per l’attività, il Progetto ha attivamente collaborato con la Società EXPO Spa e, congiuntamente, con il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, il Ministero dell’Interno, il Ministero degli Affari Esteri per la redazione delle Linee guida relative all’ingresso dei Commissari di sezione dei Paesi Partecipanti all’Esposizione Universale, dei Direttori dei Partecipanti non ufficiali e dei lavoratori stranieri per la costruzione e dismissione dei padiglioni. 


La linea 2 mira a sviluppare e a rendere più efficaci le reti dei sistemi pubblici e privati Estero – Italia nella gestione dei processi di mobilità per lavoro, in coerenza con le concrete esigenze di professionalità del mercato del lavoro italiano e con le opportunità di sviluppo nei Paesi di provenienza. In particolare, si intende facilitare e accompagnare gli attori istituzionali pubblici e privati all’estero e in Italia nella sperimentazione di azioni di cooperazione formativa e di procedure relative ai canali di ingresso qualificati relative ai programmi e alle opportunità per la mobilità circolare e rientro produttivo, attraverso attività di assistenza tecnica, di informazione e promozione, di trasferimento di strumenti e scambio di esperienze e confronto tra operatori. 


A tal proposito, nell’ambito di questa linea, il Progetto ha pubblicato, sia nel 2015 che per l’anno in corso, un AVVISO PUBBLICO “A SPORTELLO” PER LA PROMOZIONE DELLA MOBILITÀ INTERNAZIONALE DEL LAVORO ATTRAVERSO TIROCINI FORMATIVI DI CITTADINI STRANIERI CHE FANNO INGRESSO IN ITALIA ex D.Lgs n. 286/1998, art.27, co.1, lett.f) e DPR n.394/99, art.40, co.9, lett.a) e co.10.  La pianificazione operativa del Programma prevede inoltre un’organizzazione delle attività che si concentra principalmente, e non in via esclusiva, sui seguenti Paesi: Albania, Egitto, Filippine, Marocco, Mauritius, Moldova e Tunisia. 



DESTINATARI DELL'ATTIVITÀ 

  • Destinatari diretti: Autorità e Servizi per l’immigrazione dei Paesi di origine. Enti di formazione, Enti Bilaterali, Università, Imprese straniere in Italia e all’estero, Imprese italiane all’estero, Organizzazioni/Associazioni datoriali, Operatori italiani autorizzati all’intermediazione, Camere di Commercio estere; Regioni italiane; Ministeri in Italia e all’estero. 
  • Destinatari indiretti: Lavoratori stranieri. 



DURATA DELL'ATTIVITÀ 

Data avvio progetto: 01/01/2006 - Data prevista di fine progetto: 31/12/2016.  Le attività progettuali avranno termine il 31/12/2016, mentre le attività di rendicontazione economico-finanziaria continueranno fino a marzo 2017. 


Il programma si svolge in complementarietà con alcuni programmi dell’Area Immigrazione di Italia Lavoro che concorrono alla realizzazione degli indirizzi programmatici, in particolare con i seguenti progetti: 


Anni 2016 - 2015

  • Supporto alla Governance integrata delle Politiche Migratorie tra lavoro e integrazione sociale', ossia un progetto di assistenza tecnica alla Direzione Generale dell’Immigrazione e delle Politiche d’Integrazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali per il rafforzamento della cooperazione interistituzionale e lo sviluppo della programmazione integrata tra misure di integrazione sociale e interventi di inserimento e reinserimento lavorativo, mediante l’integrazione delle risorse nazionali e comunitarie; gestione, monitoraggio, valutazione degli interventi e progetti finanziati con risorse nazionali e comunitarie, al fine di assicurare l’efficienza delle azioni programmate; supporto agli strumenti informativi, di diffusione e comunicazione;

  • Portale Integrazione Migranti, co-finanziato dal Fondo Europeo per l'Integrazione. Il Progetto è frutto della collaborazione tra il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, il Ministero dell’Interno ed il Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca. Il portale intende favorire l’accesso a tutti i servizi offerti sul territorio, assicurando una corretta informazione ai cittadini stranieri quale presupposto per facilitare la loro integrazione nella società italiana. 


Anno 2014

  • 'Programmazione e gestione delle politiche migratorie', finanziato dal FSE nell’ambito del PON Governance e Azione di Sistema Obiettivo 1 Convergenza - Asse E Capacità istituzionale e dal Fondo per le Politiche Migratorie, che si pone l’obiettivo di potenziare i servizi del territorio, rafforzare la cooperazione interistituzionale, identificare standard e modalità di intervento uniformi per dare coerenza, trasparenza e qualità ai flussi migratori per motivi di lavoro e potenziare le misure di integrazione;

  • 'Portale Integrazione Migranti', co-finanziato dal Fondo Europeo per l'Integrazione. Il Progetto è frutto della collaborazione tra il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, il Ministero dell’Interno ed il Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca. Il portale intende favorire l’accesso a tutti i servizi offerti sul territorio, assicurando una corretta informazione ai cittadini stranieri quale presupposto per facilitare la loro integrazione nella società italiana;

  • 'Formazione nei Paesi di Origine dei flussi migratori verso l’Italia', progetto finanziato nell’ambito del Fondo Europeo per l’Integrazione di cittadini di Paesi terzi a valere sull’azione 1 “Formazione linguistica ed educazione civica” del Programma Annuale 2012. Il progetto concluso a maggio 2014, aveva come obiettivo quello di promuovere e consolidare un sistema stabile di relazioni transnazionali, finalizzato alla co-pianificazione continua d’iniziative di gestione dei flussi migratori per lavoro, a partire dalle reali esigenze di professionalità delle imprese e nel rispetto della normativa italiana in tema di procedure d’ingresso in Italia per lavoro.

   


 
Notizie
June 15, 2016
'L’Osteria Francescana' dello chef Massimo Bottura tra i soggetti aderenti ai tirocini di cittadini stranieri promossi da Italia Lavoro
L’oscar della gastronomia per il miglior ristorante del mondo è stato assegnato al locale di Modena
June 10, 2016
Lunedì 13 giugno prende il via il Workshop Italo-Moldavo sulle Politiche per un Mercato del Lavoro Socialmente Responsabile
Iniziativa promossa dal Progetto “La Mobilità Internazionale del Lavoro" dell'Area Immigrazione di Italia Lavoro
Visualizza 2 | 5 | 10 | Tutti