Divisione Transizioni

La Divisione garantisce la pianificazione, l’organizzazione e la realizzazione delle attività relative alle misure per le transizioni nel mercato del lavoro, nonché la gestione territoriale delle attività a supporto delle transizioni. La Divisione collabora con la Direzione corporate school per la formazione per la definizione dei contenuti e delle modalità di erogazione degli interventi di formazione rivolti ai tutor, agli operatori di transizione e agli operatori di scuole, università e CFP. La Divisione supporta gli interventi finalizzati al miglioramento dell’efficienza e dell’efficacia dell’azione istituzionale attraverso la partecipazione ai tavoli di coordinamento della rete degli attori istituzionali per quanto di competenza. Con riferimento alla programmazione in corso alla Divisione transizioni sono attribuite, fino ad esaurimento, le risorse economiche della linea di finanziamento Programma FIxO - Azioni in favore dei giovani neet in transizione istruzione-lavoro e volte al sostegno dello sviluppo dei placement nelle scuole, università e centri di formazione professionale. Alla Divisione transizioni rispondono direttamente cinque direzioni funzionali.

Transizione delle fasce vulnerabili - La Direzione interviene con misure volte alla messa a sistema di politiche per l’ingresso nel mercato del lavoro delle fasce più vulnerabili a partire dai migranti, quali i richiedenti e i titolari beneficiari di protezione internazionale e umanitaria e dei minori non accompagnati, attraverso la promozione di misure “profilate”, volte al riconoscimento, potenziamento e spendibilità delle competenze e secondo un approccio di valorizzazione sociale dell’individuo.

Transizione scuola lavoro - La Direzione interviene sulla costituzione e sulla qualificazione dei servizi di orientamento e placement di Istituti scolastici, Università e Enti di formazione professionale/CFP, sullo sviluppo delle competenze degli operatori, sul rafforzamento della collaborazione con il mondo delle imprese e con gli altri attori del mercato del lavoro, sulla progettazione e realizzazione di percorsi di transizione scuola-lavoro per i giovani.

Transizione professionale e riqualificazione - La Direzione interviene nella costruzione di modelli e nella realizzazione di interventi volti a favorire l’accesso dei diversi target indicati dal D.Lgs. 150/2015 alle diverse misure di formazione finalizzate alla transizione iniziale e continua nel mercato del lavoro. In particolare cura la progettazione e l’implementazione di misure per la formazione continua e la riqualificazione di lavoratori disoccupati di lunga durata e di lavoratori a rischio della perdita del posto di lavoro.

Programmazione operativa con le Regioni sulle transizioni - La Direzione interviene sul miglioramento dell’efficienza e dell’efficacia dell’azione interistituzionale, attraverso la messa in disponibilità di documenti, metodi, strumenti e informazioni utili alla definizione, adozione e attuazione di indirizzi, criteri e standard comuni.

Gestione territoriale tutor e operatori di transizione - La Direzione interviene nel processo di introduzione, in ogni scuola italiana, della figura del tutor per la transizione scuola-lavoro, che promuove e supporta le Istituzioni scolastiche nell’attivazione dei percorsi di transizione dei giovani studenti e favorisce l’integrazione con le relative misure di politica attiva. Il tutor affianca la scuola nell’organizzazione dei servizi di orientamento e placement e nella gestione delle misure rivolte agli studenti e si adopera per la costruzione di una forte collaborazione con il mondo delle imprese. La Direzione gestisce, inoltre, gli operatori dedicati alla costituzione, attivazione e supporto alla gestione dei laboratori delle politiche attive.