INSIDE - INSerimento Integrazione nordsuD inclusionE

Progetto per l'inserimento socio-lavorativo di fasce vulnerabili di migranti

(terminato)

L’obiettivo dell’intervento è la promozione, su tutto il territorio nazionale, di azioni volte a favorire l’inserimento socio-lavorativo di persone titolari di protezione internazionale, accolte nel Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (“SPRAR”). Le risorse destinate al finanziamento delle doti individuali sono pari a 3.700.000 euro a valere sul Fondo Politiche Migratorie – Anno 2013. L’Avviso prevede il riconoscimento di 672 “doti individuali di inserimento socio-lavorativo” per la costruzione di percorsi individualizzati e l’erogazione di un mix di servizi e misure di politica attiva del lavoro finalizzati a qualificare le competenze e favorire l’occupazione, anche in mobilità territoriale.

I destinatari dei percorsi di inserimento socio-lavorativo e di integrazione previsti dall’Avviso sono i titolari di protezione internazionale ospitati nelle strutture della rete dello SPRAR, dislocate su tutto il territorio nazionale.

I beneficiari (soggetti proponenti) sono i soggetti autorizzati allo svolgimento di attività di intermediazione a livello nazionale ai sensi del D.lgs. n. 276/2003 Titolo II – Capo I e s.m.i e i soggetti pubblici e privati accreditati dalle Regioni all’erogazione dei servizi per l’impiego e del lavoro (cfr. normativa adottata dalle Regioni e Province Autonome, a seguito del recepimento delle Linee guida in materia di tirocini, approvate dalla Conferenza Stato – Regioni e Province autonome in data 24 gennaio 2013).

Le finalità dell’intervento saranno conseguite mediante finanziamento di doti individuali di inserimento socio-lavorativo. Per ogni dote è previsto il riconoscimento di un contributo ai soggetti proponenti per lo svolgimento di attività volte a favorire l’inserimento socio-lavorativo, un’indennità di frequenza ai destinatari per la partecipazione al percorso di tirocinio, un contributo ai soggetti ospitanti i tirocini per l’attività di tutoraggio aziendale.
 
L’importo della dote individuale è determinato nella misura massima di 5.500 euro così ripartita:

  • 2.000 euro riconosciuti al soggetto proponente a fronte di un percorso di inserimento socio lavorativo e di integrazione della durata di 64 ore (€ 31,25 /ora x 64 ore = € 2.000);
  • 500 euro per il soggetto ospitante come contributo per il tutoraggio aziendale di 16 ore (€31,25 /ora x 16 ore = € 500,00);
  • 3.000 euro per il destinatario, come indennità di frequenza del tirocinio di 6 mesi (€ 500 al mese per un massimo di complessivi € 3.000 lordi per ciascun tirocinante per tutto il semestre di tirocinio).