Indietro

Avviso per il finanziamento di percorsi di integrazione socio-lavorativa per minori stranieri non accompagnati e giovani migranti – Progetto Percorsi

Avviso per il finanziamento di percorsi di integrazione socio-lavorativa per minori stranieri non accompagnati e giovani migranti – Progetto Percorsi

AVVISO PER IL FINANZIAMENTO DI PERCORSI DI INTEGRAZIONE SOCIO-LAVORATIVA PER MINORI STRANIERI NON ACCOMPAGNATI E GIOVANI MIGRANTI  PON INCLUSIONE – FSE 2014-2020

CUP: I56D15000350001

 

Obiettivo dell’intervento è la realizzazione di percorsi integrati di inserimento socio-lavorativo rivolti a minori stranieri non accompagnati in fase di transizione verso l’età adulta e a giovani migranti fino al compimento del 23° anno d’età, che abbiano fatto ingresso in Italia come minori non accompagnati.

I percorsi di inserimento socio-lavorativo si basano sullo strumento della “dote individuale”, con la quale - insieme ad una dotazione monetaria - viene garantita l’erogazione di una serie di servizi di supporto alla valorizzazione e allo sviluppo delle competenze, all’inserimento socio-lavorativo e all’accompagnamento verso l’autonomia (formazione on the job, tirocinio), attraverso la costruzione di piani di intervento personalizzati.

L’ambito territoriale di riferimento dell’intervento è quello nazionale.

 

Destinatari

  • Minori stranieri non accompagnati in fase di transizione verso l’età adulta, che al momento dell’avvio del tirocinio abbiano compiuto il sedicesimo anno d’età e che siano in condizione d’inoccupazione o disoccupazione;
  • giovani migranti, entrati come minori non accompagnati, che non abbiano compiuto 23 anni d’età alla data di avvio del tirocinio, in condizione d’inoccupazione o disoccupazione.

 

Beneficiari (Soggetti proponenti)

I soggetti pubblici e privati autorizzati allo svolgimento di attività di intermediazione ai sensi del D.Lgs. 276/2003 Titolo II – Capo I e s.m.i. (iscritti nell’Albo informatico delle agenzie per il lavoro - Sezioni I e III) ovvero accreditati ai servizi per il lavoro a livello regionale, purché qualificati dalle normative regionali quali enti promotori di tirocini extracurriculari.

Per l’attribuzione dei benefici legati alla presente riapertura dei termini dell’Avviso, sono da intendersi beneficiari esclusivamente i soggetti proponenti giudicati idonei e presenti nell’elenco pubblicato il 6 settembre 2017 e nei successivi cinque provvedimenti di rettifica a seguito del completamento dell’iter amministrativo (12/09/17, 20/09/17, 27/09/17, 3/10/2017 e 11/10/2017),  senza necessità di presentare ulteriore domanda di partecipazione, purché ancora in possesso dei requisiti di legge che ne hanno determinato la pronuncia di idoneità e che Anpal Servizi S.p.A. provvederà a verificare.

Ai fini del riconoscimento dei contributi previsti per questa nuova fase dell’Avviso, gli enti dovranno aver mantenuto il requisito del rispetto della soglia “de minimis”. Gli enti, quindi, dovranno attivare nuovi percorsi solo se e nella misura in cui tale requisito possa essere dichiarato in fase di richiesta del contributo.

Si precisa che i beneficiari (soggetti proponenti) che nelle prime due fasi del progetto abbiano attivato percorsi di politica attiva per il numero massimo previsto (50 percorsi per beneficiari di natura pubblica; 30 percorsi per beneficiari di natura privata) non risulteranno idonei all’avvio di ulteriori attività.

 

Articolazione e valore della dote

I destinatari saranno inseriti in percorsi integrati di inserimento socio-lavorativo di durata complessivamente non superiore a 8 mesi, che prevedano un periodo di tirocinio di durata pari a 5 mesi.

Ciascun percorso ha alla base una “dote individuale”, del valore massimo di € 5.000,00, per la quale è previsto il riconoscimento di:

  • un contributo al beneficiario/soggetto proponente pari a € 2.000,00 per lo svolgimento di attività per favorire l’inserimento socio-lavorativo del destinatario;
  • una indennità di frequenza al destinatario pari a € 2.500,00 (€ 500,00 al mese) per la partecipazione al tirocinio previsto nel percorso di integrazione socio-lavorativa;
  • un contributo al soggetto ospitante il tirocinio pari a € 500,00 per lo svolgimento dell’attività di tutoraggio e affiancamento durante l’esperienza di tirocinio.

I percorsi integrati di inserimento socio-lavorativo devono essere strutturati dal beneficiario/soggetto proponente sulla base delle tre Aree di servizio previste e delle specifiche tipologie di attività ammissibili a finanziamento.

 

Fondi disponibili

La dotazione finanziaria dell’intero Progetto “Percorsi per la formazione, il lavoro e l’integrazione dei giovani migranti” è a valere sulla programmazione FSE 2014-2020 PON Inclusione, su cui sono confluite anche le attività realizzate nelle precedenti fasi dell’Avviso.

Le risorse destinate alla realizzazione dei percorsi di inserimento socio-lavorativo III Fase sono € 850.000,00 per il finanziamento di 170 “doti individuali” del valore massimo di € 5.000,00 ciascuna, sino ad esaurimento delle risorse disponibili.


Eventuali ulteriori richieste di informazioni e/o chiarimenti possono essere inoltrate esclusivamente per iscritto all’indirizzo email percorsi@anpalservizi.it

 

Documentazione:

 

Condividi l'articolo