Politiche attive e servizi per il lavoro: distribuzione risorse finanziarie destinate alle Regioni (D.D. n. 27/2021)
Politiche attive e servizi per il lavoro: distribuzione risorse finanziarie destinate alle Regioni. Si tratta delle risorse residue di passati stanziamenti per la concessione o la proroga di Cassa in deroga e non ancora utilizzati. Il Decreto del Ministero del Lavoro
 
Il Decreto Direttoriale N.27/2021 della Direzione Ammortizzatori sociali del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali chiarisce l'origine di questi  fondi e prevede che la destinazione sia virata  quasi per intero agli interventi di politica attiva  (percorsi di aggiornamento, riqualificazione , nuove competenze per i lavoratori) mentre 10 milioni resteranno per i trattamenti di integrazione salariale nelle aziende in crisi.
 
Su questa materia si era svolto pochi giorni fa un incontro tra il Ministro, ie i rappresentanti degli Enti locali per la messa a punto di un piano condiviso che definisca gli obiettivi minimi da chiedere ai centri per l'impiego nel loro servizio di orientamento e riqualificazione dei lavoratori (i cosiddetti GOL: Garanzie di occupabilità dei lavoratori). E'  coinvolto nel confronto anche il commissario straodinario dell'ANPAL Tangorra  che fa da riferimento e coordinamento delle realtà regionali, affidate agli Assessorati per il lavoro.
 
Il tema è fra le priorità del Governo che ha previsto  anche, nell’ambito della Missione 5 del PNRR,  l'investimento di 4,4 miliardi di euro, ai quali si sommano:
  1. 500 milioni di risorse messe a disposizione con React-Ue
  2. le risorse nazionali del Fondo pari a 1 miliardo di euro per il rafforzamento strutturale dei  centri per l’impiego (Cpi)
  3. le risorse già stanziate per le assunzioni di 1.600 nuovi operatori nei Cpi, per  464 milioni di euro annui.
     
Nel dettaglio la ripartizione dei nuovi fondi è la seguente:
 


REGIONI

 

RESIDUO EFFETTIVO
PER LE POLITICHE ATTIVE

ABRUZZO

€ 35.156.187,00

BASILICATA

-

CALABRIA

-

CAMPANIA

€ 132.788,00

EMILIA ROMAGNA

€ 24.563.984,00

FRIULI VENEZIA GIULIA

€ 16.916.210,00

LAZIO

€ 41.928.913,00

LIGURIA

€ 15.000.000,00

LOMBARDIA

€ 200.890,00

MARCHE

€ 26.751.831,00

MOLISE

€ 3.101.971,00

PIEMONTE

€ 3.741.521,00

PUGLIA

€38.007.226,88

SARDEGNA

-

SICILIA

€ 33.300.896,00

TOSCANA

€ 53.797.136,00

UMBRIA

€ 20.133.945,00

VALLE D'AOSTA

€ 892.615,00

VENETO

€ 9.275.059,00

TOTALE

€ 322.901.172,88

 

>> indietro >>

-1
/dd-27-2021
Elenco Notizie