Indietro

In arrivo ad Anpal Servizi la study visit della delegazione moldava

Lavorare in Europa 24.mag.2019
In arrivo ad Anpal Servizi la study visit della delegazione moldava
A consolidamento dell’esperienza formativa realizzata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, la study visit in Italia è occasione per coinvolgere i beneficiari moldavi in un percorso cognitivo ed esperienziale che coniuga valore, innovazione e sostenibilità

Quella tra il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali italiano e i Ministeri moldavi del Lavoro e degli Affari Esteri è una collaborazione di lungo corso, che nasce con l’accordo bilaterale in materia di migrazione e lavoro stipulato nel 2011. 
Delegazioni di ambo i paesi, a cui Anpal Servizi (già Italia Lavoro) ha partecipato tramite il progetto “La Mobilità Internazionale del Lavoro”, si sono incontrate più volte nel corso degli anni per proporre e realizzare azioni di cooperazione bilaterale e interventi di formazione specialistica. Il fine è promuovere e sostenere il potenziamento della formazione professionale settoriale in Moldova accrescendone la valenza strategica a sostegno di percorsi di migrazione circolare, coerentemente con le esigenze dei mercati del lavoro italiano e moldavo. 

Il 27 maggio Mimmo Parisi, Presidente Anpal, aprirà con un welcome speech l'incombente study visit della delegazione moldava, che ha per tema "Politiche per un mercato del lavoro socialmente responsabile". In particolare, il focus della prima giornata di lavori sarà "L’intervento di capacity building su economia ed impresa sociale".

L’economia sociale rappresenta un'importante leva di sviluppo del mercato del lavoro moldavo in termini di inserimento lavorativo, nonché una risposta ai bisogni sociali e uno strumento per contrastare i fattori che spingono all’emigrazione e per attrarre investimenti e progetti di rientro produttivo della diaspora moldava.
L’intervento, grazie al coinvolgimento di esperti italiani, è stato mirato al trasferimento di strategie, prassi e modelli da adottare per lo sviluppo dell’economia sociale e di proposte operative per rafforzare la dimensione imprenditoriale dei soggetti dell’economia sociale. 

Condividi l'articolo