Indietro

Lavoro agile

Lavoro agile 17.mag.2018
Siglato l'accordo sullo smart working ad Anpal Servizi
Parte a luglio la sperimentazione. Obiettivi: conciliazione vita-lavoro e maggiore produttività
Smart Working Un accordo innovativo, che introduce in Anpal Servizi il “lavoro agile” regolamentato dalla legge 81/2017. Azienda e sindacati hanno sottoscritto questa mattina l’intesa che ha come obiettivo una migliore conciliazione vita-lavoro per le lavoratrici e i lavoratori Anpal Servizi, ma anche una maggiore attenzione e responsabilizzazione rispetto agli obiettivi e alla produttività, aumentando la flessibilità nella scelta dei luoghi di lavoro, degli orari e delle modalità e utilizzando tecnologie avanzate.

Una sperimentazione che durerà sei mesi a partire da luglio, e che sarà attentamente monitorata con l’obiettivo di renderla successivamente una modalità di lavoro strutturata e stabile.

L’accordo prevede la possibilità per i dipendenti che aderiranno volontariamente ad una call interna, di usufruire del lavoro agile per due giorni a settimana, scegliendo di svolgere la propria prestazione in un luogo diverso dall’ufficio e in orari diversi e flessibili rispetto a quelli consueti, senza modificare mansioni, diritti e doveri già previsti dal contratto collettivo, tutele e norme di sicurezza, e con diversi benefici su più fronti. Il lavoro agile infatti fa bene all’azienda, perché consente di ridurre i costi legati a spazi e attrezzature; fa bene ai lavoratori perché migliora l’organizzazione dei tempi di vita e professionali, ne aumenta l’autonomia e privilegia la qualità piuttosto che gli aspetti procedurali o logistici del lavoro. Senza dimenticare una ricaduta più ampia sulla collettività, e che riguarda una maggiore sostenibilità ambientale, con la riduzione degli spostamenti casa-azienda e quindi dell’inquinamento. 
Condividi l'articolo