Indietro

PIAAC Online

Centri per l'impiego 05.apr.2018
Continua la sperimentazione di PIAAC Online - VIDEO
Lo strumento di autovalutazione delle competenze tecnologiche aiuterà a migliorare la profilazione qualitativa

Nell'ambito dell'introduzione di nuove metodologie per la gestione dei servizi per l'impiego, portata avanti dall'ANPAL con l'obiettivo di migliorare a tutti i livelli l'incontro tra domanda e offerta di lavoro, prosegue anche nel Lazio la sperimentazione PIAAC Online.
PIAAC sta per Programme for the International Assessment of Adult Competencies. È stato realizzato dall'OCSE, ed è uno strumento di auto-valutazione delle competenze individuali di base (cognitive e non cognitive) in ambienti tecnologicamente sviluppati, destinato a soggetti adulti.
La sperimentazione non ha l'obiettivo di verificare l'attendibilità dello strumento, ormai ampiamente assodata, ma quella di capire se la sua introduzione possa aiutare a ottimizzare la profilazione qualitativa, necessaria per  strutturare un percorso di attivazione delle persone disoccupate, e arrivare quindi a una stipula “consapevole” e non meramente burocratica del patto di servizio.


PIAAC Online si occupa di valutare tanto le competenze cognitive (literacy, numeracy e problem solving) quanto quelle non cognitive: salute e benessere, interessi e obiettivi di carriera e competenze agite (legate alla frequenza e alla diversità di situazione con la quale gli individui utilizzano le proprie competenze cognitive).
Uno dei maggiori punti di forza del percorso è quello di non essere mediato, e di consentire quindi a chiunque lo affronti di viverlo e sentirlo come proprio, rafforzando la sua capacità di attivazione e migliorandone la consapevolezza. Gli operatori dei Centri per l'Impiego, d'altro canto, ottengono delle informazioni preziose che possono utilizzare per personalizzare l'intervento orientativo e facilitare la scelta di azioni mirate per il singolo lavoratore.
La sperimentazione è stata definita nel target, nelle misure e nei luoghi di somministrazione da ogni singola Regione, e avrà termine il 30 aprile.

Condividi l'articolo