Indietro

Politiche attive

Politiche attive 09.ago.2018
Ischia rinasce con il lavoro: dopo il sisma riaperto il Cpi
La struttura è stata inaugurata l’8 agosto dall’assessore regionale Sonia Palmeri. Torna a disposizione di 65 mila persone il presidio dei servizi per il lavoro – Guarda il video
Giovani al Cpi

Rinasce l’isola nel suo complesso e rinasce “un presidio istituzionale del mondo del lavoro”. Il centro per l’impiego torna a essere – per giovani e meno giovani – un punto di riferimento per trovare “opportunità di formazione, riqualificazione, ricollocazione. Da un mese i dipendenti e le capacità gestionali dei Cpi sono passati all’amministrazione regionale. Abbiamo subito dato priorità all’isola di Ischia, dove il centro era chiuso da un anno a causa del terremoto”. Sonia Palmeri – l’assessore al lavoro della Regione Campania – è soddisfatta. Ieri (8 agosto) è stato infatti inaugurata la nuova struttura in via Morgioni 102.

Per circa 65 mila persone torna quindi a disposizione la sede che garantisce politiche attive e servizi per cittadini, studenti, imprenditori e professionisti.

L'apertura è il frutto della collaborazione tra le “nostre direzioni regionali, i sindacati e il Comune di Ischia – dichiara la Palmeri - tutti animati dal desiderio di tornare alla normalità, dopo la profonda ferita lasciata dal sisma del 21 agosto 2017”.

La struttura precedente - che ospitava il Centro per l’impiego a Casamicciola – non è stata più utilizzata a causa dei danni. Per circa un anno il personale è stato costretto a recarsi tutte le mattine al Cpi di Pozzuoli. Un disagio notevole anche per numerosi ischitani che hanno dovuto sobbarcarsi lo stesso andirivieni. Adesso il problema è risolto, grazie alla struttura che il Comune ha messo a disposizione a Ischia porto

L’inaugurazione del Cpi è stata inoltre l’occasione per rilanciare Garanzia Giovani Campania, il programma che ha l’obiettivo di offrire ai ragazzi under 30 un’opportunità di lavoro o di qualificazione professionale e che – alla fine del 2017 – aveva già coinvolto oltre 98 mila giovani, inseriti in percorsi di accoglienza, orientamento, formazione, apprendistato, tirocinio, servizio civile e autoimpiego.

Garanzia Giovani è un progetto europeo che in Campania sta andando molto bene – spiega la Palmeri - Dal 2014 abbiamo avuto 191 milioni di euro, tutti spesi e certificati già per il 70%. Abbiamo così ottenuto altri 221 milioni, che partiranno con i primi bandi già da settembre. Questo vuol dire nuove misure e nuovi servizi per favorire l’occupazione degli under 30”.

Condividi l'articolo