Indietro

Sistema duale

Sistema duale 24.giu.2019
Transizione scuola-lavoro: intesa con Confartigianato Veneto
Protocollo di Anpal Servizi e della Confederazioni degli artigiani che coinvolge 80 istituti superiori per rafforzare il dialogo tra scuola e impresa
Firma del protocollo d'intesa tra Anpal Servizi e Confartigianato Veneto

Riallineare domanda e offerta di lavoro grazie a un maggiore dialogo scuola/impresa e grazie a una road map di azioni per avvicinare i giovani alle imprese artigiane. È questo l’obiettivo del protocollo firmato da Confartigianato Imprese Veneto e Anpal Servizi.

L’intesa coinvolgerà 80 Istituti superiori nel prossimo triennio, con lo scopo di favorire l’ingresso dei giovani nelle imprese artigiane anche attraverso la collaborazione nella progettazione dei percorsi formativi e nella costruzione delle competenze dei lavoratori di domani.

Infatti - secondo i dati diffusi dall’osservatorio Anpal-Excelsior – sarebbero oltre 100 mila i contratti programmati dalle imprese venete per il prossimo trimestre. La stragrande maggioranza di questi verrà attivata da micro e piccole imprese (63.240). Ma la difficoltà di reperire profili professionali da parte delle aziende si conferma ancora elevata: interessa infatti più del 30% delle entrate previste. Ad essere ricercati sono soprattutto profili ICT, della meccanica, della moda e del trasporto.

Una larga parte delle nuove assunzioni potrebbe riguardare giovani con meno di trent’anni. Rispetto a questi ultimi, i datori di lavoro lamentano però non tanto un’impreparazione scolastica (11%) ma l’assenza di un’esperienza anche breve nel settore (43,9%).

Ecco perché occorre promuovere ulteriormente le contaminazioni tra scuole e imprese, soprattutto attraverso il rafforzamento di quei percorsi che – come l’alternanza scuola lavoro, i tirocini e gli apprendistati – sono capaci di trasformare il modo tradizionale di fare istruzione, integrando il sapere con il saper fare, ibridando i profili e i settori che oggi conosciamo. 

Agostino Bonomo - presidente Confartigianato Imprese Veneto - evidenzia come il protocollo d’intesa costituisca un altro tassello della collaborazione con il sistema scolastico e formativo regionale, vero alleato a cui guardare “affinché il potenziale insito nelle opportunità collegate alle trasformazioni che stiamo vivendo si traduca effettivamente in valore economico per la piccola impresa. La nuova artigianalità prospera se è in grado di contaminarsi, coinvolgendo i più giovani, in progetti riconoscibili e dotati di senso, che devono avviarsi prima che il loro percorso formativo si concluda per orientarli a continuare a formarsi, magari in apprendistato, maturando quelle competenze determinanti per la loro crescita umana e professionale, all’interno della stessa impresa dove hanno mosso i primi passi o in una nuova di loro creazione”. 

“Il protocollo sottoscritto con Confartigianato Imprese Veneto - dichiara Giovanna Gorini di Anpal Servizi - si pone l’obiettivo di favorire percorsi di sviluppo delle competenze trasversali e di orientamento, che aiutino i giovani a scelte sempre più consapevoli per continuare gli studi o indirizzare la ricerca del lavoro in coerenza con le esigenze espresse dal territorio. A tal fine si sperimenteranno percorsi di orientamento e transizione scuola-lavoro, anche attraverso l’utilizzo del sistema duale”.

Condividi l'articolo