Back

Statistiche del lavoro Inps

Statistiche del lavoro 17.Sep.2020
Inps: 2 milioni 300 mila assunzioni nei primi sei mesi del 2020
Diminuzione del 42% rispetto al 2019 secondo l’Osservatorio sul precariato aggiornato a giugno
Logo Inps

A giugno l’impatto della crisi innescata dal Coronavirus sulle dinamiche del mercato del lavoro è stato molto forte. Meno assunzioni ma anche meno trasformazioni di rapporti precari in contratti a tempo indeterminato rispetto al 2019. È quanto emerge dai dati aggiornati a giugno dell’Osservatorio sul precariato a cura dell’Inps, usciti oggi.

Complessivamente nei primi sei  mesi dell’anno le assunzioni, riferite ai soli datori di lavoro privati, sono state 2.301.638, cioè 427.157 (42%) in meno rispetto allo stesso mese dello scorso anno.

Le trasformazioni di rapporti a termine in contratti a tempo indeterminati sono risultate 261.795 nel periodo considerato, in flessione del 32% rispetto a gennaio 2019. A giugno il calo tendenziale è stato del 42%.

Diminuisce del 29,6% anche il numero di  cessazioni, che nel primo semestre risulta pari a  2.380.736.

Netto peggioramento del saldo annualizzato (vale a dire la differenza tra assunzioni e cessazioni negli ultimi dodici mesi): a giugno è pari a -818.425. A maggio era pari a -745.071 , mentre nello stesso periodo un anno fa era pari a +337.387.

 

Comunicato stampa Inps
Osservatorio precariato giugno 2020 (pdf)
Osservatorio precariato giugno 2020 (xls)

Condividi l'articolo