Indietro

anpaltour calabria 270919

Reddito di cittadinanza 27.set.2019
Anpal on tour in Calabria: “Dai navigator nuove energie per alimentare la fiducia dei beneficiari del reddito di cittadinanza”
Il presidente Parisi ha prima visitato il centro per l’impiego di Cosenza e poi incontrato l’assessore Robbe

L’undicesima tappa dell’Anpal on tour ha avuto luogo ieri in Calabria con Mimmo Parisi, presidente di Anpal, che ha visitato prima il centro per l’impiego di Cosenza e poi incontrato Angela Robbe, assessore al Lavoro della Regione Calabria.

“L’ingresso dei navigator – ha dichiarato Parisi - va inteso come nuova energia in grado di riattivare la fiducia e la proattività dei beneficiari del Reddito di cittadinanza propedeutica al loro reale avvicinamento al mondo del lavoro. Si tratta infatti di una politica attiva che ci consente di avvicinare, in maniera strategica, molti che sono stati allontanati dal mondo del lavoro permettendogli di passare da inattivi ad attivi. Diverrà fondamentale interpretare questa misura come strumento al servizio dei processi di innovazione delle imprese”.
 


L’assessore Angela Robbe ha rimarcato “il grosso impegno della Regione Calabria, non solo nel riordino del settore mercato del lavoro con il passaggio dei dipendenti dei centri per l’impiego nell’ambito regionale ma anche nella gestione e nell’inserimento dei navigator in ogni cpi della regione”.

In Calabria sono circa 120 mila, secondo dati Inps aggiornati al 4 settembre, i nuclei famigliari percettori del Reddito di cittadinanza, mentre nei centri per l’impiego sono complessivamente 157 i navigator contrattualizzati da Anpal Servizi chiamati a prestare assistenza tecnica.

“La presenza di queste risorse rappresenta un vero e proprio rafforzamento del cpi – spiega Giovanni Cuconato, responsabile del centro per l’impiego di Cosenza -  ma restano ancora molti problemi da risolvere tra cui l’operatività del Siupl (Sistema informativo unitario delle politiche del lavoro) che rappresenta il nodo centrale per il buon funzionamento del sistema lavoro nonché del reddito di cittadinanza. E’ fondamentale un dialogo fluido ed immediato con tutte le sedi territoriali, capillarmente collegate. Deve essere pertanto consentito ai sistemi informatici regionali di dialogare in tempo reale col sistema informatico centrale interscambiando le informazioni sui singoli lavoratori. La nomina di un esperto di dati al vertice dell’ANPAL ci fa ben sperare sul fatto che si possa realizzare il salto di qualità di cui il nostro sistema ha enorme bisogno”.

 

Condividi l'articolo