Indietro

kick off firenze

Reddito di cittadinanza 30.set.2019
A Firenze la presentazione delle attività dei navigator toscani contrattualizzati da Anpal Servizi
Hanno partecipato all'incontro l'assessore regionale al Lavoro, Cristina Grieco e il presidente Anpal, Mimmo Parisi

Si è svolto oggi a Firenze, presso il Grand Hotel Mediterraneo il convegno di presentazione delle attività di assistenza tecnica che i navigator contrattualizzati da Anpal Servizi si apprestano a svolgere presso i centri per l’impiego della Regione Toscana nell’ambito del Reddito di cittadinanza.

All’incontro, aperto da Cristina Grieco, assessore regionale al Lavoro con una relazione su “Il modello di governance dei servizi per l’impiego in Toscana”, ha partecipato Mimmo Parisi, presidente Anpal, con un intervento su “La figura del navigator nelle politiche attive per il reddito di cittadinanza”. 

La giornata è proseguita con una serie di focus, introdotti e coordinati da Francesca Giovani, Direttore Lavoro della Regione Toscana, che sono serviti a fare il punto sul mercato del lavoro in Toscana e le politiche attive messe in campo per rafforzarlo.

Presenti anche Elisabetta Corbucci, referente Servizi per il Lavoro e Reddito di cittadinanza per Anpal Servizi, che ha preso parte alla Tavola Rotonda “Il contributo dei navigator alle attività dei centri per l’impiego nella gestione delle politiche per il reddito di cittadinanza” alla quale hanno partecipato tutti i dirigenti territoriali dei Servizi per il lavoro, Marina Babboni, Donatella Donadel, Laura Pippi, Paolo Grasso insieme al Direttore dell’Agenzia Regionale Toscana per l’Impiego Simonetta Cannoni.

L’inserimento dei navigator in assistenza tecnica avviene dopo un percorso formativo mirato degli stessi che ha voluto preparare in modo approfondito le nuove figure che andranno ad affiancare gli operatori dei centri per l’impiego, in modo che si attui una collaborazione proficua a favore dell’operatività dei servizi per il lavoro e della cittadinanza nella regione.

L’attuazione del Reddito di Cittadinanza ha trovato i Centri per l’Impiego toscani pronti a gestire la complessa sfida delle politiche attive per i suoi beneficiari. Prima in Italia, la Regione Toscana, ha fornito ai suoi CPI strumenti e metodi per la presa in carico e la gestione di quanti, spontaneamente, si sono recati agli sportelli (oltre 5.000), mettendo a disposizione alcune provvisorie funzionalità del proprio sistema informativo IDOL. Mutuando inoltre la preziosa esperienza del Piano Integrato per l’Occupazione (P.I.O.), i CPI toscani hanno approntato un set di servizi e politiche attive da erogare nell’immediato ai destinatari del reddito di cittadinanza. In attesa dell’attuazione del “Piano straordinario di potenziamento dei centri per l'impiego e delle politiche attive del lavoro”, che consente il rafforzamento degli organici e il potenziamento anche infrastrutturale dei CPI, dal mese di settembre sono partite le convocazioni dei primi 10.593 beneficiari trasmessi attraverso la piattaforma informatica di Anpal. Ad oggi, un numero pari a 3.371 beneficiari, a seguito della sua presentazione presso il CPI, ha sottoscritto un Patto per il lavoro. 

Condividi l'articolo