Indietro

Agricoltura

Incentivi 21.apr.2021
Veneto: bando a sostegno dei giovani imprenditori agricoli
Nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 la Regione finanzia il ricambio generazionale alla guida delle aziende e l’insediamento di 250 giovani agricoltori. I cpi cercano lavoratori stagionali
Agricoltura in Veneto

È partita la stagione della raccolta agricola e la Regione del Veneto mette in campo alcune iniziative a sostegno del settore.

Dal punto di vista imprenditoriale la Regione ha emanato un bando per sostenere il ricambio generazionale e l’insediamento di 250 nuovi giovani agricoltori, oltre a promuovere l’utilizzo dei servizi di consulenza da parte delle aziende, gli investimenti aziendali la diversificazione delle attività.

Il bando è relativo al Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020.
In particolare, esso prevede finanziamenti per i seguenti tipi di intervento:  

  • Insediamento di giovani agricoltori: il finanziamento a fondo perduto è pari a 40.000 euro per i giovani che si insediano per la prima volta in un’azienda agricola in qualità di capo dell’azienda. L’erogazione è condizionata al rispetto di determinati impegni:
    • iniziare l’attuazione del piano aziendale dopo la presentazione della domanda di aiuto e, comunque, entro 9 mesi dalla data di pubblicazione del decreto di concessione sul BURV. La superficie e la struttura iniziale dell’azienda non devono variare se non ciò non è previsto nel piano aziendale;
    • diventare “agricoltore attivo” entro 18 mesi dalla data di insediamento, pena la revoca degli aiuti concessi;
    • acquisire, entro 36 mesi dalla data di pubblicazione del decreto di concessione sul BURV, la qualifica di imprenditore agricolo professionale.
  • Investimenti per migliorare la prestazione e la sostenibilità globali dell’azienda (Pacchetto Giovani) per i giovani agricoltori beneficiari del premio di primo insediamento che vogliono realizzare determinati interventi, tra cui la costruzione di fabbricati per la produzione, investimenti per l’eliminazione e sostituzione dell’amianto, l’acquisto di macchine e attrezzature per la riduzione dell’impatto ambientale, il miglioramento del benessere animale e la conservazione del suolo, spese generali previste dagli Indirizzi procedurali generali (ad eccezione dei costi per gli studi di fattibilità).
  • Creazione e sviluppo della diversificazione delle imprese agricole (Pacchetto Giovani) per i giovani agricoltori beneficiari del premio di primo insediamento che vogliono realizzare attività di trasformazione di prodotti, fattoria sociale o didattica, ospitalità agrituristica in alloggi o in spazi aziendali aperti quali agri-campeggi, servizi ambientali svolti dall’impresa agricola per la cura e manutenzione di spazi non agricoli.
  • Utilizzo dei servizi di consulenza da parte delle aziende per gli organismi prestatori di servizi di consulenza pubblici o privati che vogliono sviluppare progetti di consulenza alle imprese del settore agricolo in almeno uno dei 15 Ambiti di consulenza previsti dal Programma di Sviluppo Rurale, articolati nei Percorsi di consulenza indicati nel bando.

 

Gli importi degli aiuti e le aliquote variano in funzione degli investimenti, delle zone di operatività (montane e non) e dei costi ritenute ammissibili.

Le domande di aiuto possono essere presentate entro l’8 maggio 2021 all’Agenzia Veneta per i pagamenti (Avepa),  secondo le modalità previste dagli “Indirizzi Procedurali Generali” e dai Manuali Avepa.

Per maggiori informazioni è possibile consultare i bandi pubblicati sul Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto.

 

Per quanto riguarda l’offerta di lavoro, i centri per l’impiego del Veneto hanno promosso una nuova edizione di IncontraLavoro Agricoltura, l’iniziativa di recruiting promossa da Regione del Veneto e Veneto Lavoro con l'obiettivo di mettere in contatto le imprese venete del settore agricolo e i candidati alla ricerca di un lavoro stagionale.

L'iniziativa è organizzata nell'ambito del progetto FARm - Filiera dell’Agricoltura Responsabile, cofinanziato dall'Unione Europea attraverso il Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione FAMI (2014-2020). Obiettivo: prevenire e contrastare lo sfruttamento del lavoro in agricoltura.

I candidati interessati a partecipare alle selezioni possono candidarsi online utilizzando il servizio Centro per l'Impiego Online su ClicLavoro Veneto alla sezione “IncontraLavoro". All'interno dell'evento denominato "IncontraLavoro Agricoltura” sono pubblicate tutte le offerte a cui è possibile candidarsi, suddivise per mansione e territorio.

Per maggiori informazioni e supporto nella candidatura online è possibile contattare il proprio Centro per l'Impiego oppure gli operatori di Veneto Lavoro ai recapiti indicati nella pagina Assistenza.

Condividi l'articolo