Indietro

Basilicata: nuove risorse per le piccole realtà imprenditoriali della Val D'Agri

Sostegno alle imprese 20.ott.2021
Basilicata: nuove risorse per le piccole realtà imprenditoriali della Val D'Agri
L'alto numero di domande presentate ha portato all'incremento della misura di sostegno straordinario
Rappresentanti delle istituzioni

Con il secondo elenco pubblicato ieri sul sito istituzionale della Regione, salgono a 740 i soggetti beneficiari del contributo previsto dall’ Avviso Pubblico “Sostegno alle piccole realtà artigianali, commerciali, turistiche e dei servizi del comprensorio del Programma Operativo Val D’Agri”, per complessivi 3,5 milioni di euro circa.

Ne dà notizia l’assessore alle Attività Produttive con delega al coordinamento del POV (Programma Operativo Val d’Agri) Francesco Cupparo, ricordando che l’individuazione di ulteriori risorse finanziarie (circa 3,150 milioni di euro quale fabbisogno aggiuntivo) è stata decisa all'unanimità nell’ultima riunione del Comitato di coordinamento dei sindaci del comprensorio per far fronte all’alto numero di domande presentate (circa 1800) dai titolari di micro, piccole e medie imprese che hanno sede nei 35 Comuni dei comprensori petroliferi, domande che superano il fondo disponibile (5 milioni di euro). Ciò – spiega – a riprova dell’impegno solidaristico tra i sindaci nonostante la presentazione difforme per numero, tra i comuni, di istanze pervenute in Regione.

Nel sottolineare che si tratta di una misura straordinaria di sostegno finanziario a fondo perduto finalizzata a sostenere le piccole realtà commerciali e artigianali del comprensorio della Val D’AGRI che, a causa delle restrizioni e delle chiusure imposte dall’emergenza epidemiologica COVID – 19, hanno subito forti perdite di fatturato che hanno determinato, tra l’altro, una consistente carenza di liquidità, Cupparo ha aggiunto che l’attività riferita al POV prosegue nei settori della viabilità, dell’infrastrutturazione delle aree industriali ed artigianali, dei servizi per i cittadini.

 

 

Condividi l'articolo