Indietro

Duale job oriente

JOB&Orienta 2019 29.nov.2019
JOB&Orienta 2019: la cultura del duale per studiare, lavorare e investire nel futuro
Interventi di Parisi e Nicastro al convegno che ha fatto il punto sul rapporto tra sistema formativo e mondo produttivo
"Il duale è di importanza prioritaria per la nuova vision dell'Anpal". Mimmo Parisi, presidente Anpal, esordisce così nel suo intervento al convegno "Apprendere la cultura duale per studiare, lavorare e investire nel futuro" organizzato da Anpal Servizi nell'ambito Job&Orienta 2019.
 
"Il matching tra domanda e offerta di lavoro non è un processo lineare - ha proseguito Parisi - Attualmente il mercato richiede l'intelligenza lavorativa, le cosiddette soft skills, ma anche il saper fare. La stabilità del lavoro si costruisce lavorando e apprendendo costantemente. Il duale in questo senso è il primo passaggio di questo percorso. In Germania e negli Usa la vera forza del mercato del lavoro risiede nell'occupabilità del soggetto". 
 
Il dibattito sul sistema duale e sul valore dei percorsi formativi in alternanza è di stretta attualità nel nostro Paese dove il tasso di disoccupazione è ancora molto alto. "La sperimentazione di percorsi formativi duali ci fornisce dati incoraggianti - ha ricordato Paola Nicastro, direttore generale Inapp - Le adesioni sono cresciute in quasi tutte le regioni. Resto colpita dal caso Campania dove è rilevante la coerenza dei percorsi formativi sempre in linea con i fabbisogni delle imprese. Ma occorre lavorare ancora sul fronte della semplificazione". 
 
Nel corso del convegno è emersa nettamente la necessità di un maggior impegno di tutti gli stakeholder per sviluppare e sostenere progetti di apprendimento duale di qualità. "Occorre una governance forte e partecipata - ha dichiarato Pietro Tagliatesta, dirigente Divisione V direzione generale ammortizzatori sociali del ministero del Lavoro - Finalmente tutti gli attori si parlano e i dati sono incoraggianti: circa 25.000 ragazzi coinvolti complessivamente nel duale. Grazie anche ad Anpal Servizi regioni che non avevano opportunità formative riescono a creare percorsi di qualità orientati ai fabbisogni delle imprese. È così che il 64% dei ragazzi in IeFP riesce ad entrare nel mercato del lavoro dopo tre anni. Ma ora è il momento dell'apprendistato". 
 
E proprio sul rafforzamento dell'apprendistato sembra mirare il nuovo organismo tecnico creato presso il ministero del Lavoro incaricato di predisporre il repertorio nazionale delle professioni. Organismo che si riunirà il prossimo 5 dicembre e a cui Anpal Servizi e Inapp sono chiamati a fornire assistenza tecnica. 
Condividi l'articolo