Indietro

Incentivi allo sviluppo nel Veneziano

Incentivi 15.gen.2021
Investimenti industriali nel Veneziano: da lunedì le domande
Il bando è stato aperto dal Ministero dello Sviluppo Economico, in accordo con la Regione del Veneto, per sostenere l’area industriale di Venezia. Valore complessivo: 14,5 milioni di euro
Logo Comune di Venezia

Alle 12 di lunedì 18 gennaio scatta il via alla corsa agli incentivi previsti dal bando del Mise di 14, 5 milioni per sostenere gli investimenti nell’area di crisi industriale complessa di Venezia, comprendente l'intero territorio comunale.

Le domande vanno presentate sul sito di Invitalia e saranno valutate secondo l'ordine cronologico di presentazione.

Le aree interessate sono principalmente quelle di Porto Marghera, Tessera, Campalto, San Giuliano, Tronchetto, Arsenale e Murano.

L’ Avviso è adottato nell’ambito dell’attuazione del Progetto di riconversione e riqualificazione industriale dell’area di crisi industriale complessa di Venezia, approvato, con l’Accordo di programma sottoscritto il 23 ottobre 2018 tra Ministero dello sviluppo economico, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Anpal, Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, Regione del Veneto, Comune di Venezia, Città Metropolitana di Venezia, Invitalia.

Il Progetto è finalizzato al rilancio delle attività industriali, alla salvaguardia dei livelli occupazionali, alla tutela ambientale  e al sostegno dei programmi di investimento e sviluppo imprenditoriale nel territorio del Comune di Venezia appartenente all’area di crisi industriale complessa di Venezia. L’avviso è attuabile applicando regime di aiuto di cui alla legge n. 181/1989.

Rispetto ai precedenti bandi, anche su indicazione delle strutture regionali coinvolte, le regole sono state rese più flessibili e aderenti alle caratteristiche del territorio di interesse, soprattutto in un periodo caratterizzato dalla crisi generata dagli effetti della pandemia da Covid-19. Ad esempio, la soglia minima di spesa ammissibile per progetto è scesa a 1 milione di euro ed è previsto che al bando possano accedere anche le reti d’impresa, individuate come caratteristica del tessuto socio-economico.

Per maggiori informazioni è possibile consultare le pagine dedicate sul sito del MISE e sul sito di Invitalia.


Bando

Condividi l'articolo