Indietro

Regione Campania - Approvata in Consiglio regionale la legge sulla parità retributiva e l’occupazione femminile.

parità uomo donna 18.ott.2021
Regione Campania - Approvata in Consiglio regionale la legge sulla parità retributiva e l’occupazione femminile.
Per l'attuazione della norma appostati 1,9 milioni di euro in 3 anni.

Il 15 ottobre il Consiglio regionale della Campania ha approvato all’unanimità la legge “Disposizioni per la promozione della parità retributiva tra i sessi, il sostegno dell'occupazione e dell'imprenditoria femminile di qualità, nonché per la valorizzazione delle competenze delle donne", su proposta della Vicepresidente Consigliera Loredana Raia.

Il testo è stato elaborato con la massima attenzione ai diritti costituzionali - il diritto al lavoro, alla parità di trattamento e all’autodeterminazione - e tenendo presenti le migliori prassi normative europee sul tema. 
Frutto di un lungo lavoro di mediazione e di sintesi con le organizzazioni sindacali, organismi di parità del consiglio regionale e associazioni datoriali, cui ha contribuito Anpal Servizi - Direzione Campania Calabria e l’area GePop Genere e Pari Opportunità - il testo ha solide basi di contesto ed è composto da 17 articoli, a sottolineare l’attenzione normativa al tema.
Il finanziamento per l’attuazione di quanto previsto dalla norma prevede nel triennio è pari a € 1.900.000,00. 
Sebbene consapevoli che il cammino della Regione Campania e del Paese tutto verso la parità retributiva e, più in generale, verso la buona occupazione femminile e il riequilibrio uomo-donna dei tempi di lavoro e di non lavoro, sia ancora lungo e tutto in salita, la legge appena approvata rappresenta un importante strumento di miglioramento del mercato del lavoro locale e della qualità della vita di cittadine e cittadini.
La legge è uno straordinario traguardo per lo sviluppo equo del territorio e consente di attivare servizi e misure anticipando quanto richiede la nuova programmazione europea e in particolare il PNRR: centralità del lavoro delle donne, servizi di prossimità, rete pubblico\privato, coinvolgimento diretto del sistema delle imprese.
Ancora una volta, Regione Campania e Anpal Servizi hanno dimostrato l’importanza del lavoro comune e condiviso in particolare con le organizzazioni sindacali e le forze civiche locali, inserendo la legge regionale sulla parità retributiva e il lavoro delle donne in una strategia più ampia di sviluppo territoriale.

Condividi l'articolo