Indietro

Una comunità di servizi per investire sul talento dei giovani

Rete dei servizi per il lavoro in Campania 27.lug.2020
Campania, Rete territoriale delle Politiche Attive del Lavoro e Formazione A Distanza: l’integrazione tra servizi per l’impiego e transizione ai tempi del Covid
Sfida raccolta con entusiasmo dalle due linee d’intervento territoriali di Anpal Servizi Campania, Servizi per il Lavoro e Transizione Scuola-Lavoro
servizi per il lavoro

Mettere in rete Cpi, Università, mondo delle imprese e ordini professionali, Anpal Servizi con le sue azioni per le politiche attive. Affrontare, anzi, sfruttare la crisi per mettere a frutto ciò che quasi nostro malgrado abbiamo imparato in questi mesi: sono l’innovazione, il design personalizzato e la capacità di network, che rivoluzionano i servizi. In risposta alla fortissima crisi che ha investito il mercato del lavoro, la volontà di immaginare nuove opportunità, nuove idee, nuovi output. Sempre più forte la collaborazione tra Anpal Servizi, Università Luigi Vanvitelli e Suor Orsola Benincasa, Invitalia e Ordine dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Caserta
 
L’idea nasce, prima che la pandemia potesse essere anche solo immaginata, da una fortuita localizzazione del CPI di Capua e dell’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli, Dipartimento di Economia situati, a poche centinaia di metri di distanza, a Capua appunto, in Provincia di Caserta. 
L’input della collaborazione è nato con l’Employer’s Day 2019 che ha visto l’organizzazione da parte di Anpal Servizi di un workshop presso il CPI in collaborazione con il Dipartimento di Economia dell’Ateneo campano, Invitalia e l’Ordine dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Caserta. Si è creata subito una sinergia di lungo respiro finalizzata a investire sui giovani del territorio, con la consapevolezza che il nuovo modello di sviluppo delle Politiche Attive del Lavoro deve basarsi su un mix di politiche per la transizione e politiche di servizi per il lavoro, e di attori pubblici e privati.
Dopo un primo seminario tenutosi a gennaio 2020, “in presenza” presso il Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli, sulla nuova fase di Garanzia Giovani in Campania e che ha visto la partecipazione di oltre 60 studenti, durante il lockdown dovuto all’emergenza sanitaria covid-19 è nata l’esigenza di non perdere questa intesa e di ripetere l'esperienza nelle aule virtuali dell’Ateneo attraverso la piattaforma Microsoft Teams. 

Questa sfida è stata raccolta con entusiasmo dalle due linee d’intervento territoriali campane: Servizi per il Lavoro e Transizione Scuola-Lavoro. Le due squadre si sono unite per realizzare una nuova sperimentazione e attraverso la sinergia delle diverse professionalità questa sfida si è concretizzata: le due operatrici Paola Gatto per l’area Transizione e Stefania Mele per l’area Servizi per il lavoro per le rispettive aree, hanno dato il via all’operatività. 
Con il placement dell’Università degli Studi di Napoli “Parthenope” si è così sviluppata la collaborazione con il target imprese in un web seminar di supporto al tema degli incentivi nazionali e regionali, tenutosi il giorno 19 giugno e che ha visto la presenza di 13 imprese, ed è in preparazione presso l’Università degli Studi di Napoli “Suor Orsola Benincasa” con lo stesso target. Presso l’Università Vanvitelli si è svolto un intervento il 25 giugno sull’apprendistato di alta formazione e ricerca ed il recente avviso regionale che incentiva i percorsi in AAFR ed il target dell’aula virtuale sono stati gli studenti e gli ex-studenti dell’Università contattati dal placement del Dipartimento. 

Da queste esperienze molto positive ed innovative, si è pensato di modellizzare l’integrazione concreta tra i Cpi, come istanza territoriale dei Servizi per il Lavoro, il mondo dell’Education (Università e Scuola), gli Ordini Professionali e il sistema delle Imprese, sotto il coordinamento di Anpal Servizi. 
Il progetto prevede di sviluppare un modello contestuale di professionalità e servizi in rete. Finalità di questo modello è la creazione di una “comunità di servizi” orientata a promuovere una partecipazione attiva degli attori territoriali in collaborazione con lo staff di Anpal Servizi, al fine di creare un clima che faciliti l’integrazione, ne consolidi le finalità e gli obiettivi, e faccia emergere nuove buone prassi. 
Infine, la modalità on line, dovuta all’emergenza Covid-19 ha inaugurato l’integrazione delle politiche attive anche da remoto e con multi-target creando le basi anche per passi successivi, come la FAD o moduli interattivi: process innovation, formazione e politiche del lavoro.

Condividi l'articolo