Indietro

Opportunità per 40 giovani disoccupati

Opportunità per 40 giovani disoccupati 12.apr.2021
Presentato al Cis Interporto di Nola il progetto ICE-Anpal Servizi “I talenti del Reddito di cittadinanza: progetto Ri-parti con l’export”
Prende il via anche Campania, dopo Marche, Abruzzo e Sicilia, l’iniziativa che mira a formare nuovi export manager
giovane donna manager Formare 40 giovani in Marketing Manager e sostenere le aziende del territorio campano nelle sfide sui mercati internazionali: è questo l'obiettivo del progetto 'I talenti del Reddito di cittadinanza: progetto Ri-parti con l'Export'. Il corso, promosso da ICE-Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, Regione Campania, Anpal Servizi, Consorzio Asi Napoli e Cis Interporto Campano, è stato presentato presso il Palazzo dei Congressi dell'Interporto di Nola (NA). Il percorso formativo è destinato a giovani fino ai 34 anni, in possesso di diploma di scuola secondaria superiore e con un'ottima conoscenza dell'inglese disoccupati o inoccupati con priorità verso i percettori di reddito di cittadinanza. I futuri manager dell'export, dopo la fase di aula di 330 ore complessive, svolgeranno uno stage di due mesi. I candidati possono presentare la domanda fino al 17 aprile direttamente sul sito Clic Lavoro Campania. Ai candidati ammessi al corso verrà riconosciuta dalla Regione Campania, ad oggi unica regione in Italia a cofinanziare il progetto, una indennità oraria di partecipazione pari a € 2,50 per ogni ora di corso frequentato. Tale indennità verrà corrisposta esclusivamente ai candidati ammessi che non beneficiano di altri strumenti di sostegno al reddito e/o altre indennità.
“Lo sviluppo delle regioni del Mezzogiorno è l'obiettivo centrale", spiega Carlo Maria Ferro, presidente dell'Ice. "L'export nelle regioni del Sud - continua - raggiunge dati che sono la metà rispetto alla media nazionale. Con questo progetto avremo 40 giovani qualificati che entrano in un percorso utile per la spinta delle piccole e medie imprese”.
A sottolineare l'importanza del progetto è Michele Raccuglia, responsabile Anpal Campania-Calabria. “È un segnale importante per la ripresa del mercato del lavoro, un progetto d'eccellenza che vede le istituzioni pubbliche e private fare rete per mettersi al servizio dei nostri giovani. Sono certo - conclude - che alla fine dello stage di due mesi molti di loro troveranno anche occupazione direttamente all'interno delle imprese dove hanno svolto il tirocinio”.
“Puntare sull'export, sull'internalizzazione, é una condizione imprescindibile per poter far crescere le imprese del Sud", sottolinea Claudio Ricci, Ad Cis Nola e Interporto Campano, per il quale "il connubio tra politiche attive e industriale come testimoniato dal corso, è lo strumento che darà migliori risultati nel breve periodo al territorio".
“La Regione Campania” – spiega Antonio Marchiello, assessore regionale al Lavoro, Attività Produttive e Demanio - “ha messo in campo un contributo economico per i giovani corsisti più disagiati perché è necessario che tutti possano lavorare e formarsi in modo sereno. Attraverso questi giovani qualificati il nostro intento è dare un respiro internazionale diverso alla Campania e a tutto il Sud, perché se si arricchisce il Sud di lavoro e di possibilità si arricchisce tutto il tessuto produttivo del nostro territorio.”

 

 

Condividi l'articolo