Indietro

#CuraItalia

#CuraItalia 20.mar.2020
#CuraItalia: 5 miliardi per gli ammortizzatori sociali
Estensione della cassa integrazione in deroga e rafforzamento di quella ordinaria. Procedura semplificata con causale unica: Covid-19 (guarda l'infografica)
Estensione ammortizzatori sociali #CuraItalia

Circa 5 miliardi per potenziare ed estendere gli ammortizzatori sociali. Il decreto #CuraItalia rafforza le misure di sostegno al reddito per i lavoratori dipendenti e ne semplifica la procedura per l’accesso.

Lo stanziamento complessivo per cassa integrazione ordinaria e Fondo d'integrazione salariale (Fis) è di circa 1,4 miliardi

Istituita una causale unica - Covid-19 - per la cassa integrazione ordinaria, attivabile con una procedura semplificata (informazione e consultazione anche in via telematica in massimo 3 giorni). Non sarà conteggiata ai fini del computo totale e non prevede limiti di accesso (anche per chi è stato assunto da meno di 90 giorni).

Per ciò che riguarda il Fondo di integrazione salariale - ferma restando la possibilità di ricorrere alla causale Covid-19 - l'assegno ordinario spetterà pure alle piccole imprese oggi escluse (quelle comprese fra 5 e 15 dipendenti).

Chi invece è già beneficiario di cassa integrazione straordinaria e di Fondo di integrazione salariale di solidarietà, può chiederne la sospensione temporanea per accedere alla Cig ordinaria o all'assegno ordinario del Fis con causale Covid-19.

Estesa la cassa integrazione in deroga – grazie a uno stanziamento di 3,3 miliardi – all’intero territorio nazionale e a tutti i dipendenti di tutti i settori produttivi. I datori di lavoro - comprese le aziende con meno di 5 dipendenti - che sospendono o riducono l’attività a causa dell’emergenza epidemiologica, possono ricorrervi con la causale Covid-19 per la durata massima di 9 settimane. Possibilità allargata anche alle imprese che già beneficiano della cassa integrazione straordinaria.

 

Guarda l'infografica

 

Condividi l'articolo