Indietro

ANPAL Servizi è sempre più social!

CANALI SOCIAL 30.mar.2021
ANPAL Servizi è sempre più social!
Eccoci anche su Instagram con il nostro nuovo nato
Logo banner instagram di ANPAL Servizi

La famiglia social di ANPAL Servizi si allarga! Da oggi è attivo anche il canale Instagram @anpalservizi. Si aggiunge così ai suoi “cugini” Twitter, Facebook, LinkedIn e Youtube, a cura sempre dell’Ufficio Stampa e Social Media. Con questa novità, ribadiamo l’importanza e la necessità di una comunicazione rivolta al cittadino sempre più fruibile, immediata, esemplificata nei processi e quindi più efficace.

Questa scelta si pone in un contesto nazionale che vede una continua crescita dell’uso delle attività online e dei social media. Nel 2020, almeno 41 milioni di italiani - sugli oltre cinquanta milioni di internet users - hanno utilizzato i social network. Uno sviluppo del 6% rispetto al precedente anno, nella rilevazione di We are social Hootsuite. Con un tempo trascorso in rete di circa sei ore al giorno, di cui almeno due spese sui social network, privilegiando l’uso dei dispositivi mobile (per il 97%).

Tra le piattaforme più utilizzate, Instagram occupa il quarto posto con 20 milioni di utenti, immediatamente preceduta da Facebook (29 milioni). E se consideriamo che i primi due posti sono conquistati da Youtube e WhatsApp, che per loro natura hanno soltanto alcune delle funzioni “social” in senso stretto, capiamo che Instagram ha assunto negli ultimi anni una posizione forte e molto probabilmente destinata a crescere. 

La scelta di creare un account Instagram intitolato a Anpal Servizi si pone in questa direzione. La nostra comunicazione social, già molto attiva sui profili aziendali, si integra così con strategie più ampie che portano a incrementare la nostra presenza sul web e sulle community di riferimento. 

Quindi nello specifico, per l’apertura del nuovo canale, abbiamo definito una linea editoriale che deve tener conto della peculiarità di linguaggio tipiche del social. Una peculiarità sicuramente influenzata dall’età relativamente più giovane dei suoi fruitori, rispetto a altri canali quali Twitter, Facebook e LinkedIn: il 70% circa dell’utenza globale su Instagram ha meno di 35 anni. Altra peculiarità evidente riguarda la modalità di consumo dei contenuti di questo social, prevalentemente iconica, veloce, essenziale; difficile che un utente Instagram approfondisca in un secondo momento i contenuti fruiti dai post che visita, perché “si fa bastare” quella stessa visualizzazione nuda e cruda. A sua discolpa potremo dire che Instagram, tecnicamente, non consente di inserire dei link di riferimento per una esplorazione dettagliata di quanto viene detto. Ma questo è un altro discorso.

Per tornare alla nostra linea editoriale, di cosa parleremo su Instagram? Per iniziare, ci focalizzeremo sulle politiche attive del lavoro, quali sono, quali strumenti e misure usano (considerando che benché l’argomento sia alquanto diffuso nell’opinione pubblica, l’utenza media conosce poco il significato stesso del termine). Quindi racconteremo le storie dei “protagonisti” delle politiche attive, cioè di quei soggetti che stanno usufruendo di una misura, nei vari territori, e che sono supportati dai nostri operatori. E ancora presenteremo i cambiamenti in atto nel mondo del lavoro, che portano all’applicazione di nuovi processi e nuove figure professionali, complici le moderne tecnologie. Infine potremo focalizzarci su dati e numeri del lavoro, che provengono direttamente dalle statistiche e dai rapporti certificati.

Non vi resta quindi che seguirci! 

Vi aspettiamo qui: www.instagram.com/anpalservizi/

Condividi l'articolo