Preparare

“L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.” Con queste parole si apre la nostra Costituzione. 
Il lavoro è dunque l’elemento fondante della vita di ogni cittadino, ed è per questo che preparare al lavoro vuol dire preparare alla vita.

L’apprendimento inizia sin dalla nascita, ed è cruciale che sia stimolato durante i primi anni di vita. Tuttavia stiamo attraversando una fase di grandi cambiamenti nel mercato del lavoro, dovuta al crescente utilizzo delle macchine per svolgere lavori di routine. 

La sempre più rapida comparsa e scomparsa di nuove occupazioni presuppone la capacità di riuscire a imparare e disimparare di continuo, nonché di sviluppare competenze di tipo cognitivo, legate alla creatività e all’immaginazione, alle capacità logiche e a quelle analitiche.
Le politiche del lavoro 4.0 passano quindi per una formazione sempre più mirata, in grado di accompagnare i giovani all’apprendimento dei lavori con un alto tasso di occupabilità che più si confanno alle loro caratteristiche.

 

  • Competenze degli operatori

Una rivoluzione nel mercato del lavoro non può avvenire se le risorse impiegate sul campo, quelle che sono tutti i giorni a contatto con le fasce più deboli, non sono adeguatamente preparate a gestire le mutevoli unicità dei contesti di riferimento, professionale, geografico e umano. La formazione dei formatori e il lavoro sul campo permettono di creare un circolo virtuoso per lo sviluppo del capitale umano del Paese. 

 

  • Competenze dei cittadini

Anpal Servizi promuove il rafforzamento del ruolo delle scuole, delle università e degli enti di formazione professionale nello sviluppo di percorsi di alternanza scuola-lavoro e di transizione istruzione-formazione-lavoro.

 

  • Sviluppo del capitale umano

Anpal Servizi si occupa di realizzare strumenti e metodologie a supporto degli operatori pubblici e privati del mercato del lavoro, di aiutare a individuare stabili occasioni di impiego e di favorire iniziative di autoimpiego in forma singola e associata.