Indicatore di tempestività dei pagamenti

Indicatore annuale di tempestività dei pagamenti calcolato ai sensi dell'art. 33 del D.Lgs. 33/2013 e dell'art. 10 del DPCM del 22 settembre 2014.
 
L'indicatore di tempestività dei pagamenti è calcolato come la somma, per ciascuna fattura emessa a titolo corrispettivo di una transazione commerciale, dei giorni effettivi intercorrenti tra la data di scadenza della fattura o richiesta equivalente di pagamento e la data di pagamento ai fornitori moltiplicata per l'importo dovuto, rapportata alla somma degli importi pagati nel periodo di riferimento.
 
Il calcolo dell’indicatore prevede cioè:

  • a numeratore: la somma, per le transazioni commerciali pagate nell'anno solare, dell'importo di ciascuna fattura pagata moltiplicato per i giorni effettivi intercorrenti tra la data di scadenza della fattura stessa e la data di pagamento ai fornitori;
  • a denominatore: la somma degli importi pagati nell'anno solare.

L'unità di misura è in giorni.

Per transazione commerciale si intende quella che si riferisce a "contratti, comunque denominati, tra imprese ovvero tra  imprese e pubbliche amministrazioni, che comportano, in via esclusiva o prevalente, la consegna di merci o la prestazione di servizi contro il pagamento di un prezzo" (articolo 2, comma I, del decreto legislativo n. 231/2002). 

  I Trimestre II Trimestre III Trimestre IV Trimestre INDICE ANNUALE  
ANNO 2018 4,15 1,01 5,84      
ANNO 2017 14,62 11,32 12,89 8,84 12,25  
ANNO 2016 16,7 12,14 19,16 13,97 15,37 Ammontare Complessivo dei Debiti
ANNO 2015 26 32 28 13 25,59  
ANNO 2014         36  
ANNO 2013         23  

Cliccare sulle cifre in tabella per consultare il dettaglio dei pagamenti.

 

Responsabile dei dati e dell'aggiornamento:
Direzione Amministrazione - Unità Organizzativa Amministrazione e Contabilità

Ultimo aggiornamento:
25 ottobre 2018