Indietro

“Diario di Bordo”

Integrazione migranti 22.ott.2021
Pubblicato il secondo “Diario di Bordo” dell'Area Servizi per le Politiche di Integrazione - Direzione Progetti di ANPAL Servizi
Un bilancio delle numerose attività svolte nel corso del primo semestre 2021 per favorire l’occupabilità dei migranti
Copertina II Diario di bordo

Il Diario di Bordo 2 rinnova il desiderio di condividere una fotografia delle attività portate avanti dall'Area Servizi per le Politiche di integrazione della Direzione Progetti di ANPAL Servizi per l’integrazione dei migranti. Iniziative svolte grazie alla fattiva partecipazione degli attori della rete dei Progetti PUOI, PRAUD e PERCORSI.

Seguendo i passi e le esperienze maturate nel corso del 2020, a fine del mese di gennaio 2021 – tramite la piattaforma Teams – è stato realizzato il Focus Group nella Regione Abruzzo e, successivamente, nella Regione Siciliana dove in virtù delle peculiarità del territorio e del fenomeno migratorio si è deciso di realizzare due momenti di incontro: Sicilia Orientale, Sicilia Occidentale. Le azioni di ascolto e di scambio sono proseguite in Campania e Piemonte, momenti preziosi, ritenuti fondamentali per migliorare il perseguimento dell’obiettivo dell’azione progettuale e per potenziare la rete degli stakeholders.

Nel mese di maggio è stata presentata una azione complementare nata per offrire ai destinatari finali del progetto PUOI, ulteriori 2.740 doti, messe a disposizione con risorse dell’FSE PON Inclusione 2014-2020 per l’erogazione di orientamento specialistico integrativo finalizzato a promuovere il trasferimento di conoscenze utili ad affrontare, in maniera efficace, le nuove condizioni di lavoro derivanti dall’emergenza Covid-19, con indennità di frequenza per i migranti vulnerabili coinvolti nei percorsi di inserimento.
Nello stesso periodo si è svolto il webinar dedicato alla comunità albanese, nel quadro del ciclo di incontri promosso dalla Direzione Generale dell'Immigrazione dal titolo "Voce alla Diaspora", che ha visto coinvolte alcune fra le comunità straniere più numerose nel nostro Paese. 

A giugno la Commissione Europea, per commemorare la giornata del rifugiato – celebrata domenica 20 giugno – ha voluto valorizzare attraverso i suoi canali social Facebook e Twitter una testimonianza che parla italiano e che mette in luce una bellissima storia di integrazione. Si tratta di "La storia di Mohiyadin", tirocinante del progetto PUOI: esempio di integrazione diffuso sui canali social della Commissione europea.

Infine, nel mese di luglio si è svolta la quinta edizione del seminario organizzato dal CoNNGI, la rete di associazioni di giovani con background migratorio, “Protagonisti! Le nuove generazioni italiane si raccontano", iniziativa che ha visto lo sport come volano di inclusione e integrazione.

Condividi l'articolo