Indietro

#SkillsProfileTool

Politiche integrazione 22.giu.2021
La storia di Mohiyadin, tirocinante del progetto PUOI: esempio di integrazione sui canali social della Commissione europea
La mappatura delle sue qualifiche realizzata con #SkillsProfileTool lo ha aiutato ad assicurarsi il lavoro desiderato
Mohiyadin Abi

La Commissione europea, per commemorare la giornata del rifugiato – celebrata domenica 20 giugno – ha voluto valorizzare sui suoi canali social Facebook e Twitter una testimonianza che parla italiano e che mette in luce una bellissima storia di integrazione nata grazie al progetto PUOI - Protezione Unita a Obiettivo Integrazione (finanziato da FSE e FAMI), iniziativa promossa dalla DG Immigrazione del Ministero del Lavoro e realizzata da Anpal Servizi.

Si tratta della storia di Mohiyadin, un rifugiato somalo di 23 anni, arrivato in Calabria nel 2016. Il ragazzo ha frequentato un tirocinio di sei mesi nell'ambito del progetto PUOI, iniziativa nata con l'obiettivo di rafforzare l'inclusione socio-lavorativa dei rifugiati. Durante questo processo Mohiyadin ha utilizzato con successo lo strumento del profilo delle competenze dell'UE per i cittadini di paesi terzi per mappare e documentare le sue qualifiche ed esperienze, che alla fine lo hanno indirizzato al suo attuale lavoro nella cooperativa Il Sicomoro, dove aiuta giovani con disabilità e anziani. Mohiyadin è diventato una risorsa fondamentale durante la crisi del Covid-19, periodo in cui le visite ai parenti non erano consentite.

Il ragazzo ha partecipato anche all’edizione del servizio civile del 2018 nella quale la DG Immigrazione aveva, tramite risorse del Fondo FAMI, fatto integrare l’avviso per consentirne l’accesso anche ai rifugiati. L’avviso pubblicato il 17 novembre del 2017, integrativo all’avviso nazionale, nello specifico, prevedeva, tra le attività formative, un modulo di approfondimento delle tematiche del lavoro (della durata 7 ore) dove tra le attività richieste agli enti era presente la preparazione delle candidature e la profilazione attraverso lo strumento dello Skills Profile Tool for Third Country Nationals della Commissione Europea, per l’identificazione delle competenze maturate durante il percorso migratorio.

La storia di successo di Mohiyadin, che ha partecipato al progetto PUOI (sempre a titolarità della DG Immigrazione), è un esempio di come le azioni messe in atto, se complementari, possano fornire una rete di servizi a supporto del target proprio in chiave di potenziamento della occupabilità.

Condividi l'articolo