Indietro

Alternanza scuola lavoro di qualità

Alternanza scuola lavoro di qualità 22.mar.2021
Calabria, intesa Anpal Servizi-Associazione Italiana Celiachia per formare giovani cuochi ai segreti della cucina senza glutine
Una buona pratica partita dal Molise e replicata in 2 istituti calabresi
cuoco

Sensibilizzare sulle opportunità offerte dalla cucina ‘gluten-free’, formare i giovani calabresi degli Istituti alberghieri attraverso percorsi PCTO per dar loro modo di acquisire competenze trasversali spendibili nel mercato del lavoro in un settore tanto nuovo quanto importante per le ricadute sulla salute e sulla qualità della vita. 
Sono alcuni degli obiettivi del protocollo d’intesa sottoscritto da Anpal Servizi e Associazione italiana Celiachia-Calabria Onlus. L’intesa nasce nell’ambito delle azioni per la replicabilità della Buona pratica 0042 dal titolo “Molise Gluten Free”, realizzata dall’Istituto Omnicomprensivo G.N d’Agnillo di Agnone in provincia di Isernia, negli istituti scolastici alberghieri calabresi IPALB TUR di Villa San Giovanni (RC) e IIS Sersale (CZ). 
Sono già 30 le scuole che hanno avviato percorsi di replicabilità di buone prassi nell’ambito di nuovi progetti di alternanza scuola-lavoro di qualità. Di queste, 13 sono le scuole “madrine” (cioè che hanno realizzato le buone prassi che altre stanno replicando), una per regione in Abruzzo, Basilicata, Campania, Molise, Sardegna, Sicilia, Toscana, e due in Emilia, Lombardia e Piemonte; 17 sono invece le scuole che hanno avviato o stanno avviando le repliche, e di queste 14 in Calabria, 2 in Emilia Romagna e una nel Lazio. 

L’accordo che sancisce la collaborazione tra AIC Calabria e Anpal Servizi prevede la realizzazione  di percorsi per le competenze trasversali e per l'orientamento (PCTO) rivolti ad almeno 30 ragazzi degli Istituti professionali ad indirizzo alberghiero, seguiti e assistiti sul territorio della regione Calabria. In particolare, in base al protocollo d’intesa Anpal Servizi si impegna a facilitare i rapporti con gli istituti scolastici assistiti per avviare nuovi percorsi di alternanza scuola-lavoro; fornire informazioni utili ai tutor scolastici e aziendali per l'organizzazione dei percorsi; promuovere la raccolta e la diffusione di modelli e buone pratiche di alternanza scuola-lavoro per la diffusione di percorsi di qualità; contattare, in raccordo con la Referente dell'AiC Calabria ed in collaborazione con i tutor delle scuole coinvolte nella iniziativa, ristoranti, alberghi, strutture ricettive specializzate nella preparazione di cibi per celiaci, al fine di verificarne la disponibilità ad attivare percorsi di PCTO; supportare ed assistere le strutture ospitanti interessate ad avviare percorsi di transizione.
Dal canto suo, AIC Calabria collaborerà alla  definizione dei contenuti dell'intervento, in raccordo con i referenti dei PCTO degli istituti interessati e il tutor ANPAL; alla promozione di iniziative e al coinvolgimento delle strutture ospitanti del territorio regionale in riferimento agli Istituti del settore alberghiero interessati alla iniziativa; supportare il tutor ANPAL Servizi e il tutor della scuola a definire, anche con le strutture ospitanti coinvolte, la progettazione dei percorsi di alternanza scuola-lavoro. 

Le attività previste dal protocollo hanno natura sperimentale, e prevedono la progettazione, l’organizzazione e la gestione degli interventi formativi destinati agli allievi dei vari indirizzi (cucina, bar, sala) delle scuole alberghiere. Dopo una prima azione formativa preliminare, l’accordo prevede la realizzazione di un certo numero di lezioni teorico-pratiche finalizzate a far acquisire agli studenti la conoscenza delle linee guida e delle buone pratiche della cucina senza glutine. L’AIC ha infatti tra le sue funzioni, non solo quelle di assistenza ai celiaci e alle loro famiglie, ma anche quelle di sensibilizzazione delle istituzioni politiche, amministrative e sanitarie, e di diffusione di una corretta informazione per un'alimentazione "sicura" senza glutine tra gli operatori del settore ristorazione. 
Un’alleanza, quella tra Anpal Servizi e AIC, destinata a portare buoni frutti nel mondo del lavoro e della salute. 

Condividi l'articolo