Indietro

Approfondimenti

Immigrazione e politiche di integrazione 06.mag.2021
Pubblicato il primo “Diario di Bordo” dell'Area Servizi per le Politiche di integrazione di ANPAL Servizi
Un bilancio delle numerose attività svolte nel 2020 per favorire l’occupabilità dei migranti
Copertina del Diario di Bordo
Questo primo Diario di Bordo è nato dal desiderio di condividere una fotografia chiara e sintetica delle attività portate avanti dall'Area Servizi per le Politiche di integrazione della Direzione Progetti di ANPAL Servizi per l’integrazione dei migranti.
Attività che, causa Covid19, sono state rallentate ma mai fermate, e proseguite spesso in modalità a distanza con la fattiva partecipazione di  numerosi attori della grande rete dei Progetti PUOI e PERCORSI.
 
Diverse sono state le attività di promozione sul territorio nel corso del 2020, attraverso la realizzazione di Focus Group in Calabria, Basilicata, Umbria e Puglia. Momenti importanti di scambio e di ascolto che hanno avvicinato il Progetto ai suoi protagonisti e fatto conoscere le strategie adottate durante la pandemia, attenti a non trascurare le esigenze e le aspettative dei destinatari.
 
Un anno fa, inoltre, nel mese di febbraio, sono partiti gli inviti alla compilazione dei questionari di valutazione quali/quantitativa rivolti agli enti proponenti, alle aziende ospitanti e ai tirocinanti che partecipano al Progetto PUOI.
 
Da sottolineare l’utile partecipazione a Job&Orienta 2020 che ha permesso di cogliere l’importanza della conoscenza linguistica nei processi di integrazione socio lavorativa dei migranti, sul modo di affrontare il tema della lingua e in quali ambiti concentrarsi per migliorarla. Una tappa del progetto PERCORSI raggiunta e vinta con risultati ragguardevoli.
 
In sintesi, un 2020 che, nonostante le molteplici difficoltà, senza dubbio ha regalato significativi momenti di scambio con il territorio e con i protagonisti delle diverse iniziative attivate a favore di migranti vulnerabili, quali i richiedenti e i beneficiari di protezione internazionale e umanitaria e i minori stranieri non accompagnati. Un impegno che prosegue nel 2021 con la stessa passione e energia.
 
Infine, consapevoli dell’importanza del lavoro quotidiano svolto sui territori, in allegato al Diario di Bordo, è presente una scheda di buone prassi. Un invito a condividere buone pratiche di integrazione di cittadini stranieri e storie di vita di migranti riusciti nei loro percorsi.
 
 
Condividi l'articolo