Indietro

Disabilità e autonomia

Disabilità e autonomia 04.ott.2021
Regione Lazio, percorsi personalizzati di inclusione sociale e lavorativa per le persone con disabilità con il nuovo bando per gli Enti del Terzo settore
Gli Enti interessati potranno presentare proposte per nuovi Centri polivalenti
ragazzo a lavoro

Promuovere percorsi personalizzati di inclusione sociale per lo sviluppo delle competenze individuali e il potenziamento dell’autonomia: è questo l’obiettivo del bando della Regione Lazio rivolto agli enti del Terzo settore che presentino progetti per la gestione di Centri polivalenti per giovani e adulti con disturbo dello spettro autistico e altre forme di disabilità e bisogni complessi. Ogni progetto sarà finanziabile con risorse fino a un massimo di 750mila euro; prevista anche la possibilità di cofinanziamento da parte del soggetto proponente o dai soggetti del partenariato oppure da soggetti terzi, persone fisiche o giuridiche. 
Il bando, in via di pubblicazione, scade il 15 novembre e riguarda le seguenti macro aree territoriali, che dovranno anche essere sede del Centro polivalente: Roma, Città metropolitana di Roma, Lazio nord (Viterbo-Rieti), Lazio sud (Latina-Frosinone). Le proposte progettuali dovranno avere come destinatari giovani e adulti (dai 18 anni compiuti) con disturbo dello spettro autistico e altre disabilità con bisogni complessi, nonché coloro che quotidianamente se ne prendono cura, i familiari e i caregiver. 
Le disponibilità regionali finalizzate alla gestione dei Centri polivalenti dovranno prevedere, a pena di esclusione, l’attivazione di misure e interventi per un minimo di 8 e un massimo di 20 destinatari
Gli enti del Terzo settore interessati a partecipare devono essere iscritti in uno dei Registri nazionali o regionali e avere sede legale e operativa nel territorio laziale. 

La Regione Lazio aveva, a luglio 2021, approvato le linee guida per l’avvio dei Centri polivalenti per giovani e adulti con disturbo dello spettro autistico ed altre disabilità con bisogni complessi, prevedendo un impegno di risorse pari a 3.000.000 di euro. 
Come spiegato nel testo dell’avviso pubblico, “I Centri polivalenti sono da intendersi come servizi innovativi a carattere socio-assistenziale, che funzioneranno come centri aperti e diffusi sul territorio nella loro capacità di attuazione e di offerta di una pluralità di interventi, ai fini del progetto di vita di giovani e adulti con disturbo dello spettro autistico ed altre disabilità con bisogni complessi. La finalità generale dei Centri Polivalenti è quella di promuovere e attuare il coordinamento tra politiche integrate, afferenti ai diversi livelli di servizio rivolti alla persona con disabilità (scolastici, sanitari, sociali, del lavoro), ai fini della realizzazione di progetti individuali (art. 14, legge 328/00), con il protagonismo attivo dei beneficiari e delle loro famiglie”.

Scarica il testo del bando e tutte le info utili qui 
https://www.regione.lazio.it/documenti/75141

 

Condividi l'articolo