Indietro

Emergenza Covid-19

Emergenza Covid-19 24.apr.2020
Basilicata: nuove misure per il sostegno ai nuclei familiari, ai professionisti e alle imprese
La giunta regionale ha varato un nuovo pacchetto di provvedimenti per contribuire ad arginare i danni creati sul tessuto sociale e produttivo dall'emergenza Covid-19

Il Presidente Vito Bardi ha presentato il nuovo pacchetto di provvedimenti predisposto dal Dipartimento Attività produttive per venire incontro ai bisogni primari delle famiglie, sostenere gli investimenti e la stessa permanenza sul mercato delle imprese lucane in grande difficoltà di liquidità a causa dell'emergenza Covid-19.

Tra gli interventi previsti, oltre a quelli per sostenere l'assistenza volontaria ai bisognosi, figurano:

- L'Avviso pubblico sul “Sostegno di attività imprenditoriali di interesse socio-assistenziali”, finalizzato a sostenere gli investimenti di costruzione, recupero, rifunzionalizzazione, adeguamento sismico, ampliamento o riqualificazione di micro, piccole e medie imprese (compresi i consorzi, le società consortili e le società cooperative) rientranti nella qualifica di impresa sociale.
L'Avviso stanzia 9.660.000 euro per la concessione di un contributo a fondo perduto (massimo 200.000 euro) che copra fino al 75% dell’importo complessivo delle spese ammissibili.

- Il “Bonus liberi professionisti”, che prevede un contributo a fondo perduto forfettario pari a mille euro per i liberi professionisti, categoria produttiva fortemente danneggiata sotto il profilo economico per la sospensione e la riduzione della loro attività. 
Per accedere al contributo occorreranno i seguenti requisiti: iscrizione all’albo professionale ed alla relativa Cassa previdenziale, o alla Gestione separata Inps in assenza di Cassa; inizio attività prima del 01/01/2020; sede/studio sul territorio della Regione Basilicata; assenza di iscrizione ad altra forma di previdenza obbligatoria; reddito complessivo dichiarato per l’anno 2018 inferiore a 30.000,00 euro.

- L'integrazione di ulteriori 1.050.000 euro per la dotazione FONDO SOCIAL CARD COVID 19, che passa così a un importo complessivo di  3.550.000 euro. È una misura necessaria a rispondere alle richieste di tutti i circa 9.100 nuclei familiari (circa 22.000 richiedenti complessivi) certificati dai servizi sociali, un numero superiore alle attese iniziali.

Condividi l'articolo