Indietro

Fabbisogni professionali gennaio 2021

Fabbisogni professionali 14.gen.2021
Excelsior: sempre più richiesti informatici e matematici
Secondo il bollettino realizzato da Unioncamere e Anpal, previsto un calo delle assunzioni del 25% in un anno a gennaio. Le aziende puntano su profili con competenze elevate
Sistema Excelsior

A gennaio sono previste 345.670 assunzioni, di cui il 27% destinate a giovani fino 29 anni. La diminuzione rispetto a quanto preventivato a gennaio 2020 è del 25%. L’11% delle imprese prevede comunque di assumere personale (era l’8% a dicembre). Continua il trend negativo delle entrate programmate secondo l’ultimo bollettino del Sistema informativo Excelsior realizzato da Unioncamere e Anpal, ma qualche segno positivo si registra disaggregando l’analisi per settore e per figure professionali.

L’impatto dell’emergenza si farà ancora sentire sulle attività legate all’alloggio e ristorazione (-52,2), sui servizi operativi di supporto alle imprese (-34,3%) nonché su alcuni comparti del manifatturiero fra cui le industrie della carta, cartotecnica e stampa (-46,0%).

Nel trimestre gennaio-marzo si prevedono 892.820 entrate programmate.

Le imprese cercano soprattutto addetti alle vendite (26.680), personale non qualificato nei servizi di pulizia (20.820) e addetti nelle attività di ristorazione (19.640). Come categoria professionale i profili tecnici diventano la prima categoria professionale per richiesta delle imprese (70.610). Fra le figure maggiormente ricercate, si segnalano in particolare gli specialisti in scienze matematiche, informatiche, chimiche, fisiche e naturali (9 mila i contratti da stipulare a gennaio, il 52,6% in più dello scorso anno), figure che hanno supportato l’accelerazione della trasformazione digitale indotta dalla pandemia.

La difficoltà di reperimento di determinate figure professionali dichiarata dalle imprese a gennaio si attesta mediamente al 34% (35% per i giovani fino a 29 anni), ed è particolarmente alta nella selezione di operai specializzati (43,6% di difficoltà, con punte del 59,5% per i fonditori, saldatori, lattonieri, calderai, montatori di carpenteria metallica), tecnici (43,5%) – in particolare quelli della distribuzione commerciale e professioni assimilate (58,4%) – e professioni intellettuali, scientifiche e a elevata specializzazione (43,4%) – in particolare specialisti in scienze matematiche,  informatiche, fisiche e chimiche e naturali (51,4%). I profili informatici e gli esperti in fisica e chimica sono anche i più difficili da reclutare tra i giovani (68%).

Gli indirizzi di studio che in questo momento garantiscono gli esiti occupazionali migliori sono quello di ingegneria tra i corsi di laurea, quello tecnologico (ex istituto tecnico industriale) per il diploma secondario e quello industriale per la qualifica o diploma professionale: le assunzioni previste a gennaio sono infatti rispettivamente 21.810, 45.760 e 40.600.


 Comunicato stampa Unioncamere
Bollettino Excelsior gennaio 2021

Condividi l'articolo