Indietro

Il Digital Learning per l'apprendimento duale

Job&Orienta 25.nov.2021
Il Digital Learning per l'apprendimento duale
JOB&Orienta è l'occasione per illustrare quanto la formazione digitale abbia permesso di migliorare l'applicazione del duale sul territorio nazionale
Relatrici

Il pomeriggio del 25 novembre, nell’ambito della manifestazione JOB&Orienta (ma anche in diretta streaming),  la Linea 7 – Apprendimento Duale di Anpal Servizi ha presentato i servizi online per “Il Sistema Duale per la IeFP”, disponibili sulla piattaforma Digital Learning di Anpal Servizi. 

Anpal Servizi ha predisposto uno spazio digitale per la formazione ed il supporto degli operatori dei Centri di Formazione Professionale (CFP), finalizzato alla diffusione e consolidamento dell’apprendimento duale e ad aumentare l’efficacia dei percorsi di applicazione pratica in impresa e dei contratti di apprendistato.

Il Duale è un sistema che permette di alternare momenti formativi in aula a momenti di apprendimento pratico presso un’organizzazione o un’impresa, così che il giovane possa iniziare a capire come orientarsi e come destreggiarsi nel mondo del lavoro quando ancora non ha terminato il proprio percorso di formazione.  

La piattaforma è un ulteriore tassello dell’assistenza tecnica che Anpal Servizi offre sul territorio nazionale: metodologie e strumenti formativi on line rinnovati nella veste e nella modalità, così da ottimizzare le risorse e permettere una fruizione diversa a seconda di quali siano i bisogni e i temi in ballo, abbattendo vincoli di spazio e di tempo. 

Nonostante i temi di elezione rimangano l’orientamento e l’applicazione pratica in impresa, dopo quasi due anni di emergenza sanitaria è ormai evidente l’importanza, l’efficacia e la pervasività della formazione a distanza. I servizi sono personalizzati per ciascuna regione, anche allo scopo di promuovere attività innovative, sostenere la condivisione delle pratiche e, in sostanza, tendere alla costituzione di una comunità professionale dei CFP, a livello regionale e nazionale.

Paola Rampini, responsabile della linea che si occupa di apprendimento duale in Anpal Servizi, ha aperto il seminario illustrando le motivazioni alla base dei nuovi servizi di assistenza tecnica.
In primis la recente limitazione negli spostamenti, a cui si opponeva la necessità di dare continuità all’assistenza tecnica sul territorio, un tema già emerso in passato, e naturalmente esploso assieme alla pandemia.
Occorreva poi migliorare la fruizione dei materiali, aggiornando e sistematizzando una mole importante di strumenti e attività che negli anni sono andate a consolidarsi, e iniziare a personalizzare i percorsi, che si rivolgono a tutta l’Italia, e quindi incontrano un’enorme varietà di realtà e fabbisogni prettamente localizzati.
È stato necessario promuovere la formazione autonoma, poiché consentendo l’autoformazione nei principali contenuti si guadagna la possibilità di proporre servizi aggiuntivi, con una natura pratica ed esperienziale che lavorino sul potenziamento delle abilità e non solo delle conoscenze
Ultima, ma non per importanza, la volontà di condividere, di creare una comunità professionale dei CFP, a livello regionale e nazionale.

In seguito ha preso la parola Simona Cisotta, che ha illustrato le nuove modalità di erogazione nei quattro ambiti di azione:

  • Sviluppo dei servizi di orientamento e placement: accompagnare allievi e famiglie nei processi di scelta scolastica e lavorativa;
  • Promozione dell’apprendistato di primo livello nell’IeFP: diffondere e promuoverne la cultura attraverso la sensibilizzazione dei diversi target;
  • Applicazione pratica in Impresa: gestire in modo efficace la progettazione, realizzazione, monitoraggio e valutazione dell’applicazione pratica nei percorsi duali della IeFP;
  • Affiancamento ai datori di lavoro: fornire a tutor e consulenti del lavoro supporto alla corretta attuazione dell’apprendimento duale.

Simona Piacentini ha poi presentato la piattaforma di Anpal Servizi per il digital learning, un’importante realtà che da molti anni permette l’autoformazione su una vasta gamma di tematiche.

L’evento si è concluso con due testimonianze da territori molto distanti tra loro: quella di Gabriella Praticò, operatrice territoriale della Calabria, e Greta Braida del CFIQ di Pinerolo, che hanno sottolineato come il superamento delle distanze e dei vincoli temporali abbiano permesso di moltiplicare il numero degli enti che usufruiscono dell’assistenza tecnica e di creare una rete che permetta la socializzazione e la condivisione di operazioni sinergiche con la Regione per contribuire al consolidamento del duale sul territorio.

Condividi l'articolo