Indietro

Intervento di Tangorra al convegno in Friuli-Venezia Giulia

Convegni 28.giu.2021
Tangorra: “Pnrr occasione storica per riformare i servizi per l’impiego” (video)
Il commissario straordinario dell’Anpal è intervenuto al convegno "Economia e lavoro dopo la pandemia organizzato dalla Regione Friuli-Venezia Giulia"
Raffaele Michele Tangorra

“Dobbiamo fare lo sforzo di rendere questo processo di transizione il più agevole possibile per i lavoratori e accompagnarli in un processo che inevitabilmente prevederà una ricollocazione sul mercato”.

Il neocommissario straordinario dell’Anpal Raffaele Michele Tangorra è intervenuto nel corso del convegno online di oggi “Economia e lavoro dopo la pandemia: tendenze e proiezioni per il futuro dell’occupazione in Friuli -Venezia Giulia” (programma), ricordando gli aspetti caratterizzanti delle recenti politiche nazionali a sostegno di occupazione e lavoro e mettendo in luce la portata della sfida che il paese è chiamato ad affrontare. Le misure definite nel Pnrr e nel React Eu, nonché quelle già programmate in precedenza, devono non solo stimolare la ripresa di un sistema produttivo colpito dallo shock dell’emergenza sanitaria, ma anche accompagnare la grande trasformazione che il paese sta affrontando e che è cominciata prima del 2020. Il convegno è stato organizzato dalla Regione Friuli-Venezia Giulia

“Il blocco dei licenziamenti e le misure straordinarie di sostegno al reddito in costanza di rapporto di lavoro hanno contenuto l’impatto sul mercato del lavoro di questo shock in termini di protezione dei posti di lavoro. È però evidente che sono misure che nei prossimi mesi andranno ad esaurirsi. In questo contesto le politiche attive del lavoro rivestiranno un ruolo fondamentale. Nella missione 5 e nella componente 1 del Pnrr sono state previste importanti misure di riforma: il lancio di un nuovo programma Gol e un nuovo piano per le nuove competenze, con una dotazione finanziaria complessiva di assoluta rilevanza: 4,4 miliardi. A questi si aggiungono le risorse per il rafforzamento dei centri per l’impiego (600 milioni che si vanno a sommare a quelli già stanziati nel bilancio nazionale, per arrivare a oltre 1 miliardo di euro) e quelle per il rafforzamento del sistema duale (altri 600 milioni). Inoltre, si utilizza la leva di React Eu, un altro pacchetto finanziario tra quelli previsti dalla Commissione europea: tra le varie misure, gli incentivi all’assunzione delle donne e dei giovani”.

 



Tangorra ha poi sottolineato la necessità di sviluppare strumenti territoriali innovativi. “Riteniamo che la dimensione locale dell’intervento sia una dimensione fondamentale in questa fase per anticipare il cambiamento. Il territorio ha una sua vocazione che può essere settoriale o di forza lavoro presente sul territorio. È importante che si riesca ad agire sul territorio aprendosi alle parti sociali e ai vari stakeholder, cercando di capire qual è il cambiamento in corso. Potranno essere stipulati veri e propri patti territoriali che vanno nella direzione di gestire il cambiamento, anticipare le skill richieste dal mercato locale e cercare di offrire risposte appropriate. In generale la personalizzazione dell’intervento è la chiave di volta di questi mesi che abbiamo davanti: confidiamo che possa facilitare la ricollocazione delle persone nella transizione in corso”.

 

Condividi l'articolo