Indietro

Lettera del Professor Mimmo Parisi

Messaggio 20.mag.2021
Lettera del Professor Mimmo Parisi
Saluti e ringraziamenti alla comunità professionale di ANPAL e di ANPAL Servizi
Prof. Mimmo Parisi

Care colleghe, cari colleghi,

negli ultimi due anni e mezzo ho avuto l’onore e il privilegio di lavorare con Anpal e Anpal Servizi. È stata una delle più belle se non la più bella esperienza della mia vita professionale. Per molti potrà sembrare la fine di un ciclo. Ma non è così. Anpal e Anpal Servizi si trovano, infatti, rafforzate dal punto di vista operativo per sostenere le sfide e le opportunità che il paese attraverserà nei prossimi mesi sul fronte delle politiche attive del lavoro.

Il rafforzamento della governance può avere solo un effetto positivo di moltiplicatore di tutto ciò che è stato costruito dalla nascita di Anpal fino ad oggi. 

Quello che abbiamo fatto insieme rappresenta una forte base che consentirà la possibilità di una più facile ripresa occupazionale, con i nuovi interventi e finanziamenti previsti dal Recovery Plan.

Insieme abbiamo creato una maggiore solidità degli operatori sul territorio, inclusa l’attivazione dei navigator e la stabilizzazione dei precari storici di Anpal Servizi. Abbiamo consolidato il rapporto con le Regioni, sia con gli accordi presi in Conferenza Stato-Regioni sia mediante le convenzioni stipulate con tutte le singole Regioni.

In aggiunta agli strumenti digitali disponibili in Anpal, abbiamo creato il primo strumento digitale di integrazione automatizzata dei dati dei registri del lavoro (Atlante del lavoro, Repertorio Istat, Excelsior, Esco, O Net). Uno strumento che consente di identificare e mappare in tempo reale per chi cerca lavoro e per chi offre lavoro le competenze, le attività e gli strumenti necessari per ogni tipo di professionalità richiesta dal mercato del lavoro.

Abbiamo anche sviluppato un sistema digitale per la raccolta delle opportunità occupazionali nell’immediato, breve e lungo termine. Il sistema contiene più di 3 milioni di imprese, su scala nazionale, con l’obiettivo di meglio allineare i piani assunzionali delle imprese con le politiche attive del lavoro, per facilitare una migliore programmazione delle attività.

Abbiamo attivato il Fondo nuove competenze, che ha assistito migliaia di lavoratori e moltissime imprese, per un volume di oltre 700 milioni di euro. Abbiamo coordinato i programmi a finanziamento europeo, come Garanzia Giovani.

Abbiamo avviato la realizzazione del modello delle Industry Academy, incentrato nel coordinamento delle attività di tutti gli attori delle politiche attive, al fine di avvicinare in modo più efficace le imprese a chi cerca lavoro.

Infine, malgrado tutte le difficoltà, abbiamo dato un contributo fondamentale alla realizzazione del Reddito di Cittadinanza, delineando un processo di intervento e assistenza tecnica ai beneficiari tenuti al patto per il lavoro, in modo uniforme su tutto il territorio. Oltre 500 mila persone hanno avuto la possibilità di riaffacciarsi al mercato del lavoro e quasi 1 milione è stato riavvicinato al sistema dei centri per l’impiego, dove hanno ricevuto un’assistenza personalizzata e sviluppato un piano per il rientro o per una prima entrata nel mercato del lavoro.

Con il decreto Sostegni bis si definisce un nuovo e più forte assetto organizzativo, che consentirà ad Anpal e Anpal Servizi, sotto la guida del Ministero del Lavoro, di esercitare al meglio il loro ruolo nelle politiche attive del lavoro

Approfitto dell’opportunità per ringraziarvi di tutto e per augurarvi un proseguimento delle attività nel migliore dei modi. Farò il possibile perché in questa fase transitoria di passaggio delle consegne il nostro impegno rimanga costante e immutato. Sono a piena disposizione di tutti fino al giorno dell’insediamento del commissario.


Mimmo Parisi

Condividi l'articolo