Indietro

Navigator

Navigator 28.giu.2019
L'identikit del Navigator
Un'indagine di Anpal Servizi identifica il profilo medio dei 2980 Navigator selezionati

La selezione dei Navigator ha visto convergere su Roma decine di migliaia di persone, decise a diventare il nuovo professionista delle politiche del lavoro. Si tratta di uno spaccato di umanità decisamente eterogeneo: sui banchi della Fiera di Roma infatti ultracinquantenni si sono seduti accanto a neolaureati, sociologi accanto a psicologi, uomini accanto a donne.
Alla fine della prova però solo 5960 partecipanti hanno ottenuto un punteggio sufficiente per l’idoneità, esattamente il doppio dei 2980 che sono risultati vincitori.
Anche questo sottoinsieme presenta elementi di ogni età, provenienza ed estrazione, ma cosa succederebbe se mettessimo in un metaforico frullatore tutti quanti i vincitori? Chi è insomma il “Navigator medio”?

I dati elaborati ci mostrano questo profilo: il Navigator medio è una donna di 35 anni, laureata in Giurisprudenza con 107/110.

Vediamo i dati nel dettaglio.

 

Età

 

 

Solo uno su quattro dei 2980 futuri Navigator ha più di 40 anni, mentre più di un terzo deve ancora compiere i 30. Il 41% ha tra i 30 e i 40 anni, valore nel quale si inserisce perfettamente al centro l’età media di tutti i vincitori ossia 35.
L’età media più alta si riscontra a Belluno (44) e ad Asti (43), anche se l’esiguo numero di posti a disposizione (rispettivamente 4 e 8) non rappresenta un campione abbastanza ampio da potersi definire significativo. Stesso discorso per i 10 di Campobasso e i 19 di Potenza, le province con l’età media più bassa (31 anni).
Tra le “grandi province” (Catania, Napoli, Palermo, Roma e Torino, ossia quelle nelle quali verranno assunti almeno 100 Navigator) l’età media è 34,8 anni, un dato che rispecchia in pieno il valore nazionale (35,33).

 

 

Genere

 

 

I Navigator si distribuiscono in maniera equa fra uomini e donne, con una leggera predominanza di queste ultime, predominanza già emersa in maniera più evidente in fase di candidatura.
Il 100% di donne a Verbano-Cusio-Ossola rappresenta più una curiosità che un trend, visti i soli 4 posti a disposizione. Molto interessante invece l’80% di vincitrici a Sassari (25 posti), forse anche più degli 88% e 86% di Ascoli Piceno e de L’Aquila (8 e 14 posti).
Nessuna donna invece tra i tre vincitori a Isernia. Gli uomini sono in maggioranza anche in altre 36 province sulle 105 totali, con il picco percentuale costituito dai 7 su 10 a Piacenza e dai 18 su 23 a Vicenza.
Nelle “grandi province” la media delle vincitrici (57,6%) è leggermente più alta del valore medio nazionale.

 

Voto della laurea e punteggio nel test

 

 

Il test proposto agli aspiranti Navigator si è rivelato molto selettivo.
Solo il 30,5% dei partecipanti infatti (5960 su 19587) ha totalizzato il punteggio minimo richiesto (60 punti su un massimo di 100) per poter essere giudicato idoneo alla nomina.
Il valore medio dei vincitori si è tenuto sotto i 70, con un picco medio di 75,5 per i 6 di Gorizia.
Il voto di laurea è un stato fattore molto importante in fase di preselezione, e si è confermato tale in seguito alla prova di selezione, poiché decisivo in caso due candidati idonei ottenessero lo stesso punteggio. Non è quindi una sorpresa il fatto che la media nazionale sia alta (107/110).
In quattro delle 105 province (Campobasso, Isernia, L’aquila e Pescara) tutti i 41 vincitori possono vantare una laurea con 110 e lode/110. In altre otto la media non è scesa sotto i 110/110.

 

Facoltà di provenienza

 

L’accesso alla selezione è stato limitato ai laureati di specifiche facoltà, ritenute più attinenti al percorso professionale che i futuri Navigator sarebbero andati a intraprendere.
Circa un terzo dei 2980 vincitori vengono da studi giuridici, e poco meno di un quinto sono laureati in Psicologia o in Scienze Economico-Aziendali. Un altro quinto dei Navigator si divide fra Scienze della Politica e Scienze dell’Economia (rispettivamente 11% e 9%), mentre più basse sono le percentuali delle altre facoltà.

 

Consulta i dati completi

 

Condividi l'articolo