Indietro

Piano Generazioni Emergenza COVID-19

Piano Generazioni Emergenza COVID-19 26.mar.2021
Lazio, al via la seconda edizione dell’Avviso pubblico “Un ponte verso il ritorno alla vita professionale e formativa”
Previste quattro misure di sostegno al reddito e una di contributo alla liquidità
Logo Regione Lazio

Al via nel Lazio la seconda edizione dell’Avviso pubblico “Un ponte verso il ritorno alla vita professionale e formativa: misure emergenziali di sostegno economico per i soggetti più fragili ed esposti agli effetti della pandemia”, nell’ambito del Piano Generazioni Emergenza COVID-19. L’obiettivo è continuare a dare sostegno alle categorie di lavoratori e lavoratrici sostanzialmente più fragili, già ‘normalmente’ più esposte ai rischi e alla crisi: professioni legate ai servizi di assistenza familiare e domiciliare, lavoratori del mondo dello spettacolo e dello sport, lavoratori del settore turistico, lavoratori autonomi a basso reddito. 
La Regione Lazio ha quindi scelto di rafforzare gli strumenti e le misure a sostegno dei lavoratori e del sistema produttivo laziale, mobilitando le economie di liquidità disponibili nella dotazione dei fondi strutturali e di investimento europei dei Programmi operativi FSE e FESR del Lazio.
Lo stanziamento previsto è di € 30.000.000,00 a valere sul POR Lazio FSE – FESR 2014-2020, come di seguito indicato: € 20.000.000,00 a valere sul POR Lazio FSE 2014-2020, Asse I “Occupazione” Priorità di investimento 8.v “Adattamento dei lavoratori, delle imprese e degli imprenditori al cambiamento”; € 10.000.000,00 a valere sul POR Lazio FESR 2014-2020 - Asse 3 “Competitività”, Obiettivo tematico 3 “Promuovere la competitività delle PMI, il settore agricolo e il settore della pesca e Atto n. G03194 del 24/03/2021 dell’acquacoltura (per il FEASR), Azione 3.3.1” Sostegno al riposizionamento competitivo, alla capacità di adattamento al mercato, all’attrattività per potenziali investitori, dei sistemi imprenditoriali vitali delimitati territorialmente”;

L’avviso contiene 5 misure, 4 di sostegno al reddito e una di contributo alla liquidità così specificate: 
- Misura 1: sostegno al reddito per colf/badanti: sostegno al reddito di € 600,00 destinato a colf e badanti in possesso di iscrizione del/i rapporto/i di lavoro attivo/i nella Gestione dei Lavoratori domestici dell’INPS a partire dal 23 febbraio 2020, per impegno complessivo superiore a 10 ore settimanali (scadenza h. 17.00 del 05/05/2021);

-   Misura 2: sostegno al reddito per lavoratori della cultura e dello spettacolo: sostegno al reddito di € 600,00 per lavoratori della cultura e dello spettacolo che operano in attività creative, artistiche e di intrattenimento, attività di biblioteche, archivi, musei e altre attività culturali, attività editoriali, fotografiche, di produzione cinematografica, video, registrazioni musicali e sonore, attività di programmazione e trasmissione radiofonica e televisiva, teatro, danze, settore artistico, informazione e comunicazione, interpreti della prosa e dell’audiovisivo che, a causa dell’emergenza Covid, hanno dovuto cessare/sospendere la propria attività nel corso dell’annualità 2020 o ridurla nel 2020 rispetto al 2019, con un reddito non superiore a 26.000,00 euro nell’annualità 2020 (scadenza h. 17.00 del 06/05/2021);

- Misura 3: sostegno al reddito per collaboratori sportivi: sostegno al reddito di € 600,00 per collaboratori sportivi che erano lavoratori impiegati con rapporti di collaborazione o altre forme contrattuali presso le federazioni sportive nazionali, le discipline sportive associate, gli enti di promozione sportiva e le associazioni sportive, iscritte e non iscritte al Registro del Coni o organismi riconosciuti o non riconosciuti dal Coni/Cip, oppure operanti in attività sportive dilettantistiche inclusi i maestri di sci che, a causa dell’emergenza Covid, hanno dovuto cessare/sospendere la propria attività nel corso dell’annualità 2020 o ridurla nel 2020 rispetto al 2019, con un reddito non superiore a 26.000,00 euro nell’annualità 2020 (scadenza h. 17.00 del 07/05/2021);

- Misura 4: sostegno al reddito per lavoratori del settore turistico: sostegno al reddito di € 600,00 per lavoratori del settore turistico che operano in attività di ricettività e servizi annessi, ristorazione, agenzie di viaggio, tour operator, guida ambientale, attività escursionistica e subacquea, attività di noleggio, altre attività di servizio alla persona legate ai temi del benessere, bellezza, termalità, agenzie matrimoniali, operatori del settore fieristico e congressuale e aeroportuale, nonché operatori dei servizi di animazione e tempo libero che, a causa dell’emergenza Covid, hanno dovuto cessare/sospendere la propria attività nel corso dell’annualità 2020 o ridurla nel 2020 rispetto al 2019, con un reddito non superiore a 26.000,00 euro nell’annualità 2020 (scadenza h. 17:00 del 07/05/2021);

- Misura 5: contributo per lavoratori autonomi titolari di partita IVA: erogazione di un contributo a fondo perduto di € 600,00 finalizzato a rispondere ai fabbisogni di liquidità di lavoratori autonomi con partita IVA attiva alla data del 23 febbraio 2020 ed ancora attiva alla presentazione della domanda, iscritti alla Gestione Separata INPS o ad altra Cassa Previdenziale, con un reddito non superiore a 26.000,00 euro nell’annualità 2020 (scadenza h. 18.00 del 05/05/2021).

La prima edizione dell’Avviso ha fornito sostegno circa 80.000 cittadini e cittadine residenti e/o domiciliate nel Lazio appartenenti a categorie in quel momento solo parzialmente sostenute dalle misure attivate a livello nazionale. 

Tutte le informazioni qui

 

Condividi l'articolo