Indietro

Provincia di Napoli, nuovi progetti Anpal Servizi per la transizione scuola lavoro

progetti transizione scuola lavoro 26.mag.2020
Artigiani delle calzature, cinque istituti tecnici della Provincia di Napoli incontrano Assocalzaturifici
Un webinar con Anpal Servizi e l’associazione di categoria per progettare insieme a docenti e allieve un percorso nuovo di transizione
studente davanti al pc Neanche l’emergenza sanitaria può fermare la dedizione e la passione delle scuole, l’amore per i ragazzi e l’impegno a mantenere vivo e attivo il percorso dell’apprendimento e del rapporto con il territorio. Cinque istituti tecnici della provincia di Napoli – Istituto Ferrari di Castellammare, Istituto Levi Enriques di Portici, Istituto Don Geremia Piscopo di Arzano, Istituto Marconi di Giugliano, Istituto Montalcini-Ferraris di Saviano – rappresentativi di una realtà complessa ma vivace e piena di talenti da valorizzare, incontreranno in un webinar, promosso da Anpal Servizi, Assocalzaturifici Nazionale. L’associazione di imprese del settore calzaturiero rappresenta 600 aziende, circa 75mila addetti, un fatturato di oltre 14 miliardi: una realtà importante dell’economia del nostro Paese, che Anpal Servizi ha messo in contatto con alcune realtà formative del territorio campano.
 
Il webinar è stato proposto e organizzato nel corso di diversi incontri tra la referente per le attività della transizione Scuola-Lavoro Anpal Servizi Campania, Alessandra Amato, i docenti referenti di indirizzo moda delle 5 scuole campane e il Referente formazione di Assocalzaturifici Nazionale. Al centro del progetto di sfruttare anche l’ultimo stralcio dell’anno scolastico, l’idea di sperimentare, con gli istituti di indirizzo artigianato e moda ed Assocalzaturifici, un percorso di transizione co-progettato, un iter partecipato allievi -aziende di settore con un occhio agli ITS, realtà importante e affermata nel settore moda in Campania. 
Un’area forte della tradizione dei ‘sandali gioiello’ di Capri e Positano, che hanno fatto e fanno sognare generazioni di italiani e di turisti di tutte le provenienze; giovani imprenditori talentuosi che disegnano modelli pregiati e bellissimi, scuole impegnate a formare gli artigiani e le artigiane del futuro.
E tuttavia l’esplodere dell’emergenza sanitaria e il lockdown che ne è conseguito, ha costretto le scuole non solo a chiudere anzitempo, ma anche a caricare docenti e studenti dell’impegno gravoso della didattica a distanza, della ricostruzione e della gestione dei rapporti tramite un tablet o un pc, dell’adattarsi a una nuova ‘solitudine’ che non è stata certo un’esperienza semplice per i ragazzi.
Ecco perché arrivare al risultato di costruire proprio in questo periodo un progetto a lungo termine che sosterrà circa 200 allieve a entrare concretamente e speditamente nel mondo del lavoro, fa rinascere la speranza e l’entusiasmo, e segna un punto importante per Anpal Servizi nelle attività della transizione scuola-lavoro.  
Condividi l'articolo