Indietro

Reddito di cittadinanza

Reddito di cittadinanza 13.dic.2019
Parisi: “Navigator nei Cpi per garantire un servizio continuo di accompagnamento al lavoro”
Il presidente dell’Anpal ha incontrato oggi il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, in occasione dell’evento ospitato al Politecnico di Bari su Reddito di Cittadinanza e politiche attive
Il presidente della Regione Puglia - Michele Emiliano - e il presidente dell'Anpal Mimmo Parisi

“Il navigator entra nel centro per l’impiego per far sì che l’insieme sia più grande della somma delle singole parti. Non si limita a un intervento isolato, ma lavora affinché sia garantito agli utenti un servizio continuo di accompagnamento al lavoro”.

Il presidente dell’Anpal Mimmo Parisi ha sottolineato oggi a Bari il ruolo dei navigator – tra i quali quelli pugliesi e lucani che dallo scorso settembre stanno coadiuvando gli operatori dei Cpi di Puglia e Basilicata – nella presa in carico dei percettori del reddito di cittadinanza.

Il numero uno dell’Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro è intervenuto questa mattina - nell’aula magna “Attilio Alto” del Politecnico – in occasione dell’evento Il ruolo dei navigator nelle politiche attive del lavoro 4.0. Occasione nella quale ha evidenziato l’importanza della sinergia tra istituzioni centrali e regionali per attuare sui territori programmi e interventi virtuosi per favorire l’occupazione.

Concetto ribadito dall’assessore regionale al lavoro Sebastiano Leo, che ha spiegato come – per un mercato del lavoro che funzioni in maniera efficace – sia fondamentale “il coinvolgimento delle famiglie e delle imprese, così come delle parti sociali, della Regione e dell’Anpal. Tutti insieme possiamo raggiungere i risultati prefissati”.

L’evento – al quale ha partecipato il presidente della Regione Michele Emiliano – si è svolto in un momento molto importante per la Puglia sul versante dell’occupazione, anche per lo sforzo che sta producendo l’amministrazione regionale per arrivare, nel medio termine, ad avere centri per l'impiego sempre più efficienti, in grado di essere l'effettivo luogo di incontro tra domanda e offerta di lavoro.

Una valorizzazione e un potenziamento di queste strutture che passa – tra le altre cose – dalla forte collaborazione instaurata con Anpal, dall’apporto dei navigator e dalla selezione di circa 600 nuovi operatori dei Cpi tra tempo determinato e indeterminato.

Condividi l'articolo