Indietro

tangorra commissario

Anpal 07.giu.2021
Raffaele Tangorra commissario straordinario di Anpal
L’incarico è stato conferito dal Consiglio dei ministri su proposta del ministro Orlando
raffaele tangorra

Nella seduta dello scorso 4 giugno, su proposta del Ministro del lavoro e delle politiche sociali Andrea Orlando, il Consiglio dei ministri ha deliberato il conferimento dell’incarico di commissario straordinario dell’Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro a Raffaele Michele Tangorra, segretario generale del ministero del Lavoro dal dicembre 2019, e in precedenza direttore generale per la lotta alla povertà. Proprio in questo ruolo è stato responsabile dell'elaborazione e dell'attuazione prima del Reddito di inclusione e, più recentemente, del Reddito di cittadinanza.

Tra le altre riforme di cui è stato responsabile, vanno segnalate quelle in materia di ISEE. È entrato nella pubblica amministrazione nel 1999, quale vincitore di concorso per "alte professionalità" come dirigente esperto di analisi economica e finanziaria presso la presidenza del Consiglio dei Ministri. Pugliese, 53 anni, laureato in Economia Politica presso l'Università Bocconi di Milano, ha poi conseguito un Master of Science in Economics presso la London School of Economics di Londra e un Dottorato di ricerca in Economia Politica presso l'Università di Pavia. Ha pubblicato numerosi articoli e rapporti di ricerca in materia di politiche sociali e del lavoro.

La nomina di Tangorra, in attesa del perfezionamento con decreto del presidente della repubblica, fa seguito a quanto stabilito dall’art.46 c.2 del decreto legge 73/2021 (cosiddetto “sostegni bis”) che dettaglia il nuovo assetto della dirigenza dell'Anpal e la gestione commissariale provvisoria, modificando quanto statuito con il dlgs 150 2015 che istituiva l'Agenzia. Riguardo alle modifiche della governance di Anpal Servizi, nella fase transitoria, il decreto legge 73/2021 prevede che “Con la nomina del commissario straordinario, il presidente, il direttore generale ed il consiglio di amministrazione dell’Anpal in carica alla data di entrata in vigore del presente decreto-legge decadono automaticamente. Il presidente dell’Anpal decade altresì dalla carica di amministratore unico di Anpal Servizi Spa e il commissario ne assume le funzioni fino alla nomina del nuovo presidente e del consiglio di amministrazione della società”.


Art.46 c.2 decreto legge 73/21


Condividi l'articolo