Indietro

Transizione scuola-lavoro in Calabria

Transizione scuola-lavoro in Calabria 23.dic.2020
A Lamezia si va “A scuola di orientamento al lavoro con il CPI”, il laboratorio di politiche attive del lavoro per gli studenti delle superiori
Obiettivo, fornire ai ragazzi strumenti e motivazione per affrontare il mondo del lavoro una volta terminati gli studi
studente segue lezioni a distanza

A scuola di orientamento al lavoro con il CPI” è il titolo della sperimentazione realizzata da Anpal Servizi insieme all’istituto scolastico di Lamezia Terme I.T.E. "V. De Fazio" nell’ambito della collaborazione tra AS e Dipartimento Lavoro della Regione Calabria per la realizzazione di laboratori di politiche attive del lavoro con gli studenti delle scuole secondarie superiori. Una attività svolta con l’assistenza del programma di intervento di Anpal Servizi mirato alla promozione del sistema duale e della transizione scuola lavoro. 
L’obiettivo è fornire ai giovani gli strumenti per avvicinarsi rapidamente ed efficacemente al mondo del lavoro, con la consapevolezza che il proprio futuro e le proprie condizioni di vita dipenderanno anche dalla capacità personale di orientarsi ed agire in modo proattivo nella ricerca di opportunità formative e professionali. Con una ricaduta importante da un punto di vista più complessivo: attrezzare i giovani in questo senso vuol dire anche combattere il disagio sociale e, conseguentemente, la disoccupazione giovanile. Fondamentale il ruolo dei Cpi come esperti di mercato del lavoro e di servizi per il lavoro. 

La prima sperimentazione dell’iniziativa si è svolta dunque con la classe V C dell’I.T.E. “De Fazio”, in due sessioni, il 10 e il 16 dicembre. La prima sessione del laboratorio è stata tenuta da Sabrina Sicari, operatrice Transizione Scuola Lavoro per Anpal Servizi, in collaborazione con la prof.ssa Marisa Saladino, referente orientamento della scuola. Tra i temi trattati con gli studenti, come definire il proprio obiettivo professionale, che cosa s’intende per competenza, da dove partire per presentarsi nel mercato del lavoro.
La seconda sessione ha avuto il contributo degli esperti del Cpi di Lamezia Terme in veste di relatori, e della operatrice Anpal Servizi in funzione di facilitatrice. In particolare, i lavori hanno visto la partecipazione del direttore del Cpi di Lamezia, Vincenzo Canonaco, che ha illustrato realtà e funzioni del Cpi e della Rete Eures; di Franca Attanasio e Wilma Scerbo sui servizi offerti dal Cpi con un focus su Garanzia Giovani; di Tiziana Zangari sul tema del servizio civile. 
Esercitazioni di gruppo e individuali hanno caratterizzato il laboratorio, con l’obiettivo di stimolare l’elaborazione di idee e proposte ‘originali’ e spontanee tra i ragazzi, aiutandoli a individuare soluzioni possibili alle questioni poste, per sviluppare in loro motivazione, determinazione e consapevolezza di ciò che li attende una volta terminati gli studi. 

Condividi l'articolo